La “MIA” Testimonianza


                                              Genova 12/04/2007 h: 12.30

Mi chiamo Corrado Di Puccio, nel 2004, dopo 18 anni di esperienza lavorativa nel settore della vendita e strategie di mercato, decido di aprire un’attività.Cercando informazioni, entro in rete e leggo di un ente che eroga agevolazioni per chi decide di mettersi in proprio. http://www.sviluppoitalia.it questo il nome del sito.I requisiti principali per accedere consistevano nell’ essere disoccupati da almeno sei mesi antecedenti la domanda di ammissione alle agevolazioni. di non essere possessori di alcuna posizione I.V.A attiva e ovviamente il compimento del 18esimo anno di età. Ho fatto domanda per accedere alle agevolazioni. Potevo chiedere 25.800,00 € + 5.100,00 € (spese,nel primo anno, di gestione attività). Nella domanda che ho presentato, ne ho chiesti 17.000,00 €. La mia domanda è stata accettata. Mi hanno concesso le agevolazioni con l’unica variante che, anziché i 17.000,00 € richiesti, me ne hanno concessi 15.800,00 €. Nessuno ha saputo/voluto darmi alcuna spiegazione in merito alla differenza. (– 1.200,00 €). Il Dottor. De Martino Pietro mi disse, prima della compilazione e presentazione della domanda di ammissione, che le agevolazioni sarebbero state erogate“interamente”nei primi sei mesi dalla firma del contratto..! Mi convocano per la stipula dello stesso il 07 giugno 2004, successivamente sarà erogata a mio favore una cifra pari al 40% del fondo investimento = 4327,00 €. Arrivando al 2006, da un totale iniziale di 17000,00 € ne sono arrivati, complessivamente 9910,00 €.

La Dott.ssa Francesca Dodero,colei che avrebbe dovuto seguirmi durante l’iter degli investimenti e con la quale non ho mai avuto contatti, mi avverti ‘nel 2004, dicendomi che non sarei stato ne il primo ne l’ultimo a dover chiedere un prestito in banca dopo essersi rivolto a SviluppoItalia. Detto..! fatto..! Nel primo anno di attività in seguito alle mancate erogazioni, ho chiesto un fido di 16.000,00 € alla banca UNICREDIT che mi permettesse di sanare i debiti accumulati (mobili per l’ufficio…etc). Nel secondo anno (2005) ho dovuto chiedere un secondo prestito a BANCAINTESA 25.000,00 €. Chiedere CREDITO per saldare un DEBITO è l’inizio della fine. Non ho avuto il tempo di lavorare come avrei voluto perchè il mio tempo si è consumato per uffici allo scopo di cercare di dimostrare le mie spese. sono più i debiti degli introiti. L’ultima erogazione di SviluppoItalia nei miei confronti risale al Marzo 2006 per un importo di 2200,00 € dei quali 1200,00 € prelevati da UNICREDIT per coprire le spese del fido, che ho acceso mio malgrado..! In totale il fido mi è costato nel primo anno di vita 4300,00 € idem per il secondo anno. Ora la mia situazione è decisamente precaria. Tutto questo si poteva evitare..?

si…!

Sarebbe stato sufficiente se mi avessero prenotato, come prassi imporrebbe, ad una giornata di seminario informativo, nel quale il Dott. De Martino Pietro o chi per lui avrebbe avuto il compito di spiegare la modalità di erogazione dei fondi, i passi per dimostrazione le spese effettuate, ed altre informazioni che sarebbero servite per darmi la possibilità di capire.
Nessuno mi ha informato dell’esistenza di questi seminari informativi, diversamente avrei avuto la  facolta’ di “ACCETTARE” O “RIFIUTARE” la loro proposta.
Mi sono semplicemente fidato (ritenendolo erroneamente all’altezza) di ciò che il Dottor. De Martino Pietro mi aveva detto. Possiedo tutta la documentazione a totale conferma.

216 commenti

  1. Mail ricevute sulla piattaforma http://sviluppoitalia.splinder.com (di prossima dismissione):

    ___________________________________________________________________________

    http://sviluppoitalia.splinder.com Messaggi Ricevuti (IN BOX) Sviluppo italia
    ___________________________________________________________________________

    leonefrancesco Data: 28 Aprile, 2011 – 15:20
    Buon giorno sono Leone Francesco abito a Conversano provincia di (Bari) ho 39 anni e vi voglio raccontare una mia disavventura .
    Nel 2001 apro una piccola attività artigianale chiedendo 48.000.000, circa
    delle vecchie lire, usufruendo del prestito d’onore di sviluppo Italia. A
    fronte dell’impegno preso ho avviato la mia attività artigianale con sacrifici
    enormi non avendo una lira da investire oltre ai soldi ricevuti da Sviluppo
    Italia e una montagna di sogni per realizzarmi lavorativamente.
    Dopo qualche anno mi sono ritrovato indebitato fino al collo e costretto a
    chiudere la mia attività alla quale avevo dedicato tutte le mie forze fino ad
    avere avuto problemi di salute (sindrome fibromialgica). Nonostante  ripetute
    volte ho chiamato i responsabili di Sviluppo Italia di Bari chiedendo di
    aiutarmi in questa situazione ma nulla di nulla IGNORATO TOTALMENTE.
    Oggi giunti al 2011, mi ritrovo un debito con Sviluppo Italia Rinominata
    Invitalia di 30.000,00 euro circa  in quanto mi ha revocato il prestito, e
    quindi mi chiede di restituire con una lettera raccomandata il prestito per
    intero, compreso di interessi di mora, nell’arco di 30gg (scadono il 28/02/11)
    Oggi ho un lavoro e guadagno 1000 euro circa, per le vicissitudini aziendali
    pago ai signori di Equitalia circa 600 euro al mese circa 400€  mi servono per sopravvivere ,ditemi cosa devo fare e come posso vivere senza avere
    il pensiero che un giorno non lontano se dovessi avere una mia  famiglia possa
    crollare sotto la pressione di questi illustrissimi signori? Che ormai mi hanno tolto la
    gioia di vivere. Il 23/02/11 ho chiamato Invitalia Parlando con la Dott.ssa PENZ
    a Roma che si occupa delle vecchie pratiche, chiedo se potevo pagare subito il 20% della somma ( ANCHE SE NON HO ma li chiederò in prestito ad un parente se mi può  aiutare) e chiudere in maniera BONARIA tutto l’accaduto, ma non è possibile mi dicono: predisposizione del ministero. Le chiedo di potermi dilazionare tutto a 100,00 euro al mese ma non è possibile. Forse sono uno dei pochi che vuole
    essere libero dai debiti,ONESTO e avere la coscienza pulita, ma non è possibile. Ora
    chiedo a voi cosa dovrei fare? Come posso uscire da questo incubo? Come posso riavere la mia vita tranquilla? E se il mio titolare mi licenza?
    Se mi rivolgo a un legale bisogna pagarlo, e io come mangio?
    Non ho un bene da vendermi, mi sono tolto l’auto per non avere spese. FORSE
    SE MI TOLGO LA VITA NON HO Più DEBITI CON NESSUNO non credete?
    Mi piacerebbe che  qualcuno mi ascoltasse e mi aiutasse in questa tristissima storia. Una risposta ancora oggi non lo ricevuta  ho mandato una E-MAIL all’ Onorevole Stefano Saglia, Sottosegretario di Stato al Ministero dello Sviluppo Economico 
    AL onorevole Elvira Savino mia concittadina, ma credete che abbia avuto una risposta da qualcuno? AIUTATEMI VI PREGO
    Francesco Leone Via Pescara n°6  Conversano (ba)  leone_fl@libero.it   338/76……
    (beato chi non ha sogni, che dalla vita non ne rimarrà deluso)
    New del 28/04/2011
    La dott.ssa Penz mi chiama al cellulare chiedendomi se potevo rientrare dei circa 30.000€\
    ma io purtroppo non ho uncentesimoooooooooooooo di Euro ho solo la disperazione. ora passera’ tutto a equitalia… e ora che faccio…………
    mi saprebbe dare una dritta………
    ho pensato non pago piu’ nulla al massimo mi tolgono 1/5 dello stipendio .
    comunque se fossi un delinquente un ladro uno stupratore uno spacciatore non avrei piu’ problemi non crede…….
    La ringrazio SIGNOR CORRADO
    Francesco Leone
    ___________________________________________________________________________

    QT76 Data: 22 Novembre, 2010 – 19:18
    Salve, vi scrivo per segnalarvi un problema riguardante Invitalia, ex Sviluppo Italia, e o
    anche Bic Umbria.Nel 2006 ho ottenuto, tramite la sopraelencata azienda, la concessione di
    ageovolazioni riguardante l’imprenditoria giovanile nel 2006, nello specifico concessione
    di € 29.000 per iniziare un attività di videonoleggio. Le agevolazioni venivano concesse a
    nullatenenti e disoccupati come me. Di questi il 50% da restituire tramite un finanziamento
    a tasso agevolato, il restante 50% era a fondo perduto, se l’attività avrebbe durato almeno
    5 anni. ovviamente dato il periodo generale di crisi, e di debiti contratti personalmente
    per mantenere l’attività, senza quindi nemmeno guadagnare, ho dovuto chiudere nel 2009. Il
    problema di crisi e di inattività era stato segnalato più volte da me a Invitalia, senza
    però ricevere risposta al mio problema.  Ora, 15 novembre 2010, ricevo una raccomandata in
    cui mi dicono che devo riconsegnare l’intero importo di 29.000 €, in più circa 5.000€ di
    interessi maturati sulla parte a fondo perduto (hanno applicato un tasso di riferimento
    corrente maggiorato di 5 punti percentuali!!) entro 30 giorni dal ricevimento. Ovviamente,
    essendo stato dioccupato prima, e pieno di debiti dopo, non riesco assolutamente a
    ritornare i soldi. ora come ora, dopo aver sacrificato 3 anni della mia vita dietro ad un
    attività senza guadagnarci, dopo aver coinvolto amici e parenti per prestiti, per mantenere
    l’attività in vita sperando in un momento migliore, quindi pieno di debiti, non so proprio a
    chi rivolgermi per risolvere il mio problema. spero in un più celere consiglio!
    ___________________________________________________________________________

    fainella Data: 22 Ottobre, 2010 – 15:13
    ciao non sto a spiegarti tutta la mia triste e difficile storia…..ma voglio solo chiederti se ci sono novita’ su questa mega truffa..ossia:c’e’ un modo per uscirne? sono strapiena di debiti..piu’ di 100mila euro e non so piu’ come pagare ,soprattutto ,le rate di invitalia…grazie per la cortesia..buona giornata
    ___________________________________________________________________________

    CEO123 Data: 9 Settembre, 2010 – 13:58
    Ciao,
    anche io sono stato fregato da Invitalia. Domanda bocciata con un motiva falso e banale. Ho scritto anche al Presidente della ma nulla. Ma quello che dico io in Italia non si potrebbe iniziare a fare come in America. Una bella class action contro Invitalia..e sarebbe ora! Magari in questo Paese qualcosa, per forza, può ancora cambiare…
    Saluti.
    ___________________________________________________________________________

    pasquale2063 Data: 20 Luglio, 2010 – 07:47
    Ciao Corrado,
    mi è arrivata la lettera di invitalia dove, come tanti, mi si chiede di restituire tutti i soldi 38.000,00€ entro 30gg, del Prestito d’onore, altrimenti provvederanno per via giudiziaria. cosa posso fare per evitare pignoramenti o cose del genere?
    Grazie!!!
    ___________________________________________________________________________

    danielesimone64 Data: 1 Giugno, 2010 – 21:32
    Siracusa, 01/06/2010
    Nel 1999 apro una piccola attività artigianale chiedendo 50.000.000,delle vecchie lire, usufruendo del prestito d’onore di sviluppo Italia. Di tale importo 25.000.000 più 10.000.000 per la gestione sono a fondo perduto.la somma di 15.000.000 è da restituire in 5 anni con una rata di tre milioni l’anno . A fronte dell’impegno preso ho avviato la mia attività artigianale con sacrifici enormi non avendo una lira da investire oltre ai soldi ricevuti da Sviluppo Italia.
    Un Tutor assegnatomi insieme ad un commercialista mi controllano passo dopo passo tutta la gestione dell’attività (fatture, registri ecc.)
    Cosi vi racconto come arrivano questi famosi 50.000.000 .
    Mi dicono che devo aprire un conto corrente bancario e mi segnalano alcune banche dove vi è una convenzione.
    Così mi presento al Banco di Roma parlo con l’addetto e apro un conto corrente a zero lire con la famosa convenzione che la Banca ha instaurato con la società Sviluppo Italia , permettendomi di iniziare a prelevare i soldi con una serie di blocchetti di assegni avallati al prelievo allo sportello dalla firma dello stesso funzionario che mi ha fatto firmare la convenzione che serviva a me affinchè la banca potesse anticipare la somma che l’IG società Imprenditoriale Giovanile avrebbe dovuto poi versare in trance alla stessa Banca in tal caso Banco di Roma .
    Ignaro di quello che stava per accadermi continuo la mia attività tra mille difficoltà economiche.
    Sgradita sorpresa quando ad un certo punto mi accorgo dall’estratto conto che sugli importi che mi venivano anticipati per i pagamenti delle fatture pagati con relativo assegno autorizzato dal su detto funzionario della banca dott. Bonfanti , gli interessi passivi sul mio conto avevano raggiunto una cifra esorbitante.
    Alla faccia della convenzione e delle agevolazioni per i giovani dopo tre anni mi sono ritrovato indebitato fino al collo e costretto a chiudere la mia attività alla quale avevo dedicato tutte le mie forze fino ad avere avuto problemi di salute.
    Oggi ,giunti al 2010, mi ritrovo un debito con la banca insoluto di circa 20.000euro e con Sviluppo Italia Rinominata Invitalia di 33.000euro in quanto mi ha revocato il prestito e quindi mi chiede di restituire con una lettera raccomandata il prestito per intero compreso di interessi di mora che ammontano a 8000 euro.
    Oggi sono sposato, ho due bambine di otto e quattro anni ,ho un lavoro e guadagno 1200euro, per le vicissitudini della famiglia ho fatto due prestiti e la somma che mi rimane e circa 600euro ditemi cosa devo fare e come posso vivere senza avere il pensiero che un giorno non lontano la mia famiglia possa crollare sotto la pressione di questi signori che ormai ci hanno tolto la gioia di vivere.
     
    Cordiali saluti
    Simone Daniele
    ___________________________________________________________________________

    gianky4mori Data: 14 Aprile, 2010 – 19:04
    Ciao Corrado,mi chiamo Giancarlo Capraro e ti scrivo da Arborea(OR),dalla lontana Sardegna.Ho appena visto il tuo post su quegli usurai di Invitalia,e vorrei chiederti un consiglio se posso.Ti descrivo in breve:
    Nel maledetto 29 settembre 2005 vengo convocato a Roma per la firma del contratto con l’allora Sviluppo Italia(ci sono dovuto andare altre due volte in precedenza per le pratiche notarili,e naturalmente con tutte le spese a carico…) ,benchè a Cagliari ci fosse l’ufficio regionale della suddetta con un branco di fannulloni imboscati dietro le scrivanie a navigare su internet.
    Questo dopo dieci anni e un ricorso vinto dalla presentazione del progetto.
    Abbiamo così realizzato il primo ed unico impianto per disidratazione dei foraggi in Sardegna,che oltre a servire la nostra azienda agricola di famiglia,serve le 284 aziende che ad Arborea  procucono l’omonimo latte alte qualità,che forniamo in parte anche alla Granarolo.Già da subito mi sono dovuto indebitare con la banca con fidi ecc.per anticipare tutti e 5 gli SAL,per un investimento complessivo di 1.245.000,00 Euro circa(calcola un attimo gli interessi…),ed ora con la crisi che ci ha investiti,e quindi con arretrati e pagamenti che non riesco a portare a casa,non riesco più a sostenere le due rate semestrali di 42.000,00 Euro ciascuna che devo per altri otto anni.Per le ultime due la mia famiglia ha messo tutto ciò che aveva risparmiato in una vita di lavoro nella nostra piccola fattoria,ma ora ho proprio la corda al collo,e dovendo anche alla banca il fido precedentemente richiesto,non ho più alternative.
    Così ho chiesto una rinegoziazione del mutuo a Invitalia,che fino a dicembre 2009 mi hanno negato,ma che a marzo 2010 mi hanno concesso alle seguenti condizioni:
    Rinnovo delle garanzie,spese notarili e tutte le pratiche legali a carico da sborsare all’atto,e una dilazione di altri dieci anni con un aggravio di interessi di circa 60.000,00 Euro.Naturalmente non ho potuto accettare e ho risposto per iscritto che sono degli usurai legalizzati.
    Cosa mi consigli di fare ora visto che non ho ancora la possibilità di saldare la rata scaduta di gennaio,e a giugno arriverà la prossima?
    Ti ringrazio e ti saluto cordialmente.
    ___________________________________________________________________________
    patriciapm Data: 13 Aprile, 2010 – 21:40
    Salve, sono anche io alle prese con le difficolta’ economiche del mio negozio che non posso chiudere prima dei 5 anni.Posso sapere, cortesemente, esperienze di altre persone e se c’e’ un rimedio per non finire nel baratro?
    ___________________________________________________________________________

    guido1971 Data: 10 Dicembre, 2009 – 12:18
    Ciao, ho preso il tuo nome dal forum su fainotizia.

    Anche io ho fatto impresa con SI e le cose sono andate male. Ho resistito 5 anni, ma il mutuo è da un po che non lo pago e non ho modo di continuare a pagarlo.

    Sai darmi indicazioni su come procedere? Qualcuno mi ha detto di inviare una lettera in cui chiedere la restituzione dei beni per chiudere le pendenze?

    O forse è meglio aspettare una loro mossa?

    Sono molto confuso. Se puoi darmi una mano te ne sarei davvero grato

    Grazie
    Guido
    ___________________________________________________________________________
    dominiquemartini Data: 10 Dicembre, 2009 – 10:36
    buongiorno, ho trovato la sua pagina su facebook e ho pensato di contattarla. 
    Abbiamo firmato un contratto con sviluppo italia per l’agevolazione alla 
    microimpresa e ora siamo piene di debiti…vorrei essere informata su come si 
    muovono gli altri imprenditori nella mia stessa situazione. Grazie
    ___________________________________________________________________________

    crifra Data: 16 Ottobre, 2009 – 10:43
    sono stata contattata ieri sera da mi manda raitre. vogliono indagare su invitalia . hanno bisogno di più informazioni. puoi contattarli sul loro sito. ciao cris
    ___________________________________________________________________________

    dania983 Data: 16 Agosto, 2009 – 10:38
    mi chiamo dania guzzi il mio numero è 329 339……. a presto
    ___________________________________________________________________________

    dania983 Data: 15 Agosto, 2009 – 16:23
    volevo un tuo consiglio io ho aperto nel marzo 2007 sviluppo italia mi ha dato 22000 più 5000 in conto gestione. l’attività è sempre andata male così mi sono accumuluta anche il debito dell’affitto firmando qualche mese fa diecimila euro di cambiali al proprietario. ho già due rate scadute a sviluppo italia che mi ha scritto che se non pago mi faranno la revoca. io però non ho più niente. ho famiglia e non so come pagare ne sviuppo italia e neanche le cambieli. sai dirmi a cosa vado incontro? io non dormo più
    ___________________________________________________________________________

    penninocrea Data: 26 Maggio, 2009 – 16:48
    Ciao Corrado,
    sono Gisella e anch’io sono stata truffata da Sviluppo Italia. Ho letto del tuo blog su la Repubblica e volevo sapere se ci sono stati degli sviluppi perchè sarei interessata a muovermi anch’io per ottenere almeno il risarcimento degli interessi passivi. Credevo di essere sola e questo mi frustrava ancora di più, quindi grazie per quello che stai facendo.
    Se non disturbo mi piacerebbe ricontattarti in seguito per sapere della situazione.
    Grazie e a presto,
    Gisella
    ___________________________________________________________________________

    koagel Data: 16 Gennaio, 2009 – 11:52
    Gentile Sig. Corrado,
    cercando su internet qualche notizia su quanto ha combinato il “management” di sviluppo italia ho trovato il Suo blog e devo dire che Lei non è assolutamente una voce fuori dal coro…
    Credo che moltissimi si trovano in situazioni di assoluta dificoltà a causa della suddetta azienda, io per primo.
    Nel 2005 iniziai la procedura per ottenere il finanziamento agevolato per il mezzogiorno (prestito d’onore) tramite l’ex sviluppo Italia.
    Ho richiesto il finanziamento per avviare un laboratorio d’arte con annessa esposizione in un piccolo paese dell’entroterra siciliano, aprendo la partita iva come artista.
    Ho ricevuto, dopo lunghissimi tempi d’attesa, problemi con i fornitori e innumerevoli solleciti, il finanziamento totale e da un anno circa pago regolarmente circa €600 trimestrali di rata.
    Purtroppo, devo dire, che mi sono trovato malissimo con i “tutor” se così si possono definire, poichè non ho mai ricevuto consulenza o aiuto soprattutto nel periodo iniziale della mia attività.
    Non c’e’mai stata chiarezza nelle loro risposte, nè tantomeno interessamento, anzi..
    Credo di non aver ricevuto tutte le informazioni necessarie per destreggiarmi nell’ambito.
    Ad oggi, purtroppo, data la mia posizione geografica, il laboratorio non riesce a coprire le spese necessarie e tantomeno ad assicurarmi un futuro dignitoso, così, vorrei sapere cosa e come potrei fare per spostarmi mantenendo però la mia partita iva.
    Ai tempi, mi fu detto che non avrei potuto assolutamente chiudere se non prima della conclusione del quinquennio di attività e avendo pagato tutte le rate necessarie ad estinguere il prestito; che non avrei potuto spostarmi se non nel mezzogiorno o mantenendo comunque un locale in sede.
    Ma ad oggi mi chiedo, quali sono effettivamente gli aiuti nel caso in cui l’attività non dovesse andare?
    Non ci si può più “liberare” da questa situazione?
    Mi è stato detto che se volevo chiudere si sarebbe patteggiata la cifra da restituire immediatamente per intero….
    insomma, ho molta confusione e ho necessità di avere notizie chiare e risolutive.
    Nell’attesa di una Sua cortese e repentina risposta porgo
    Distinti saluti
    Giorgio N.
    ___________________________________________________________________________
    Lorenz212 Data: 25 Luglio, 2008 – 07:25
    ciao, sono lorenzo, causa trasloco ho perso il tuo cell enon ricordo il tuoindirizzo per l’ appuntamento di oggi alle 18. ti prego di chiamarmi al seguente numero 393/93……..
    ___________________________________________________________________________
    Grazie
    Lorenz212 Data: 20 Luglio, 2008 – 12:03
    Ciao Corrado,

    scusa il disturbo, ho anch’ io dei problemi con SVI, in quanto per vari motivi (soprattutto per l’ iter di SV Italia) ho dovuto chiudere l’ attività dopo circa 2 anni per problemi finanziari; adesso SVI mi chiede indietro tutti i soldi concessi perche’ ho cessato l’ attività prima dei 5 anni.
    Se sei disponibile gradirei ricevere informazioni circa la denuncia comune da te promossa.
    Saluti
    Lorenzo corbino
    347/3541950
    Non so se il tuo problema è simile, nel caso, mi piacerebbe sapere se hai risolto o se eventualmente sai indicarmi un contatto che si occupi di queste problemaiche.
    Grazie e scusa per i disturbo.
    ___________________________________________________________________________

    Ricevuti › RINEGOZAZIONE MUTUI SVILUPPO ITALIA
    natrum Data: 18 Febbraio, 2008 – 13:32
    Ciao Corrado sono Luigi
    ti scrivo in merito alla questione Rinegozazione Mutui da parte di Sviluppo Italia.Ho chiesto mediante fax a Sviluppo Italia la possobilità di poter usufruire della possibilità prevista dall’ultima legge finanziaria appunto per rinegoziare il mutuo…potresti darmi qualche notizia in merito alla questione.
    Grazie
    ___________________________________________________________________________

  2. Flaminia

    Salve a tutti,
    sono una ragazza che nel 2006 ha chiesto le agevolazioni al vecchio sistema Sviluppo Italia per poter avviare una piccola attivita’, ho ottenuto €19.000, purtroppo non e’ andata bene e per motivi finanziari sono stata costretta a chiudere l’attivita’ 1 anno prima del previsto (5anni).
    Mi hanno chiesto di tornare indietro l’intero capitale piu’ interessi per un totale di € 22.370 ovviamente io questi non li ho perche ho investito tutto nell’attivita’ tra l’altro il mio avvocato ha proposto ai sig.ri di Invitalia di chiudere la pratica a saldo e stralcio (circa € 14.000) era tutto cio’ che la banca poteva finanziarmi ma non ho avuto nessuna risposta da piu’ di un anno.
    Come andra’ a finire ???Non penso che una giovane di 28 anni debba precludersi una vita serena solo per questi usurai, perche’ sono d’accordo a restituire il fondo perduto ma non tutta l’intera somma maggiorata da interessi mostruosi, quando ho sempre pagato puntualmente tutte le rate.

    Grazie e spero di avere un minimo riscontro ( Mi sento un pesciolino in una vasca piena di squali!)

  3. Novellino danilo

    ciao ,mi chiamo novellino danilo e scrivo da campobasso, anche io nel lontano 2001 ho beneficiato dell allora prestito d onore con sviluppo italia,ma tornando indietro non lo rifarei mai!! in breve vi racconto la mia storia ,quando sono stato ammesso al corso di 30 giorni dove ci spiegavano cosa bisognava fare per poter prendere il finanziamento e tutti i problemi che c erano sotto!!5\6 giorni prima di firmare il contratto i tutor che ci seguivano,(che hanno ricevuto dei compensi per ogni contratto che facevano firmare)ci iniziarono a spiegare tutti i problemi che avremmo dovuto affrontare e tra i tanti quello che cmq dovevamo anticipare qualcosina di soldi ed avere gia delle certezze per poter firmare il contratto.ci dissero che per poter firmare il contratto ed avere il finanziamento dovevamo aprire la partita iva,il contratto di locazione di 5 anni gia firmato per il locale(chi ne aveva bisogno),l iscrizione alla camera di commercio, e altre cose che inevitalbilmente ci obbligavano ad investire dei soldi gia prima di firmare il contratto.ma il bello doveva ancora venire quando ci dissero che sull acquisto dei beni,dovevamo mettere noi i soldi per l iva,oltre al fatto di dover assicurare obbligatoriamente i beni acquistati con i loro soldi con una societa assicurativa (ina assitalia)convenzionata !alla firma del contratto arrivo un altra batosta quando ci dissero che potevamo chiedere l anticipo del 20% della somma e che la rimanenza ce l avrebbero data quando successivamente un tutor di un altra societa sarebbe venuto a controllare se tutto il materiale acuistato era nella nostra sede!!secondo loro i fornitori ci davano il materiale a noi senza che glielo avremmo pagato???altro problema!!fummo costretti a farci anticipare i soldi(tramite convenzione cn la banca popolare di ancona) per poter acuistare il materiale ,dove ci dissero che su quei soldi non ci sarebbero stati interessi!!! altra bugia la banca ci chiamava ogni giorno perche tra l altro ritardarono a mandare i soldi oltre al fatto che ci hanno attribuito interessi altissimi!!nel frattempo iniziarono ad arrivare le tasse da pagare,INPS,INAIL,commercialista ecc…….io personalmente avrei dovuto restituire 8,500.00 euro di quelli che mi avevano dato su un totale di investimento di 25.000,00 euro!!insomma nelle totale difficolta dopo 5 anni al 31-12-06 ho chiuso la mia attivita ,e per problemi economici non ho restituito la somma 5.000,00 euro!!fino all altro giorno dove mi e arrivata una raccomandata in cui i signorini di INVITALIA mi chiedono il pagamento di euro 11.170,00 euro in 30 giorni!!naturalmente non avendoli tutti insieme e pensando di essere stato preso in giro insieme a tutti i ragazzi di quel corso(circa 60)ed essendo nulla tenente credo proprio di non restituire la somma!!

    • gennarino

      Ciao se vuoi puoi contattarmi e insieme proviamo a farci aiutare da un legale.

      • Lina

        Ciaooo come hai fatto? Io devo decidere il dafare….grazie lina

  4. cinzia

    Ciao,mi chiamo Cinzia,ho 43 anni,nel 2007 ho chiesto finanziamenti con l’allora SV.Italia,ora Invitalia.Quello che posso dire,e’ stata l’esperienza,anzi lo e’ ancora,l’esperienza piu’ negativa della mia vita.Ho aperto un attivita’ di estetica,e tutt’oggi sto faticando per portarla avanti.Grazie a SV.Italia,mi ritrovo con 2 mutui da pagare.Vorrei poter chiudere attivita’ e non posso farlo,chiedono di restituire l’intero importo compreso il fondo perduto,ma come si fa???sto andando avanti con soldi dati dai miei genitori,che continuano a sostenermi ed aiutarmi,ed io nel frattempo mi faccio del nervoso e non ci dormo piu’ la notte.Se tornassi indietro non mi rivolgerei piu’ a Sv.Italia,mi sento truffata,delusa,ho perso l’entusiasmo,insomma mi sento schifata da SV.Italia ora Invitalia.Scusate per lo sfogo.Cinzia Micalizzi

  5. rosy gaeta

    MI HANNO FATTO ASPETTARE 11 MESI PER LIQUIDARMI CON UN MOTIVO BANALE ED INESISTENTE “CARENZA DI VALIDITA’ TECNICA”..ORA DEVONO PAGARMI I DANNI PER IL RITARDO PERCHE IL PROCEDIMENTO DOVEVA CONCLUDERSI ENTRO 6 MESI NON 11..QUESTO E’ POCO MA SICURO.

  6. salvatore

    ho ricevuto il prestito d’onore nel 2005 per realizzare finalmente il sogno di una vita , nel giro di due anni con le pretese di sviluppoitalia e gli affari che non andavano alla grande mi sono riempito di debiti non riuscendo a pagare sviluppoitalia cosi ho chiuso la mia attività nel 2007 a oggi nel 2012 pago ancora i debiti e non ce la faccio più, sviluppoitalia vuole 26000 euro e per giunta tutti in una unica soluzione come devo fare? mi hanno portato via tutti i sogni la voglia di farmi una famiglia io non cè la faccio più aiuto…

    • salvatore

      sono nella tua indentica condizione mi chiamo Vallone Salvatore non cè la faccio propio più se riuscito a risolvere qualcosa? ti prego se hai novità contattami a: vallasalvatore@libero.it

      ciao grazie

    • loredana

      anch’io come te sono nella stessa situazione dimmi tu come hai risolto

  7. gennarino

    Ciao, oggi mi è arrivato da Invitalia una raccomandata con un sollecito di pagamento di euro 40.000. Il mio debito iniziale con Sviluppoitalia era di 50 milioni delle vecchie lire. Ho provato a contattare la sede centrale per poter fare un rientro dilazionato e mi è stato risposto che dovrei versare 1700 euro al mese con relativi interessi del 3%. Purtroppo io sono disoccupato e non so come far fronte ad una spesa del genere. Se qualcuno si trova nella mia analoga situazione mi puo’ contattare in modo, tramite un legale, da poter risolovere il problema ed adempiere agli oneri dovuti. Cordiali saluti

    • lepore

      anch’io come te ieri ho ricevuto la raccomandata da Invitalia ex Sviluppo Italia. Devo restituire 26.000 euro e sono disoccupato. Mi puoi dire come stai risolvendo la tua situazione. Sei andato a parlare a Roma. Grazie

      • Non sei l’unico in questa situazione. Vieni nel gruppo su FB clicca il link sulla homepage del blog. Ciao

  8. max

    Ciao,anche io ieri ho ricevuto una raccomandata da Invitalia dove mi si richiede la somma di 26000 euro per il prestito d’onore richiesto nel 2005.ho pagato solo poche rate nel 2005 perchè la mia attività non è andata come speravo.Assistenza e tutor di Sviluppo Italia inesistente,tanto che dal 2006 non li ho più sentiti nè mi hanno inviato richiesta per il rimborso delle rate.Solo ieri ricevo l’intimazione di pagamento di 26000 entro 30 giorni.Mi hann anche inviato il bollettino,come se uno sti soldi li avesse sotto il materasso.Con i denti e con le unghie tengo ancora aperta la mia attività,senza l’aiuto di nessuno,ma quello che guadagno non basta neanche a mantenere la mia famiglia.Io ho richiesto 23000 euro e me ne richiedono 3 mila in più.Ti lascio io mio num. e la mia mail,voglio anche io reclamare contro questa gente che ci ha rovinati.Massimiliano 329-…-..-..

  9. Antonio

    Ciao,anche io ieri ho ricevuto una raccomandata da Invitalia dove mi si richiede la somma di 33.000 euro per il prestito d’onore richiesto nel 1999 non ho pagato le rate perchè la mia attività non è andava bene come speravo.Assistenza e tutor di Sviluppo Italia inesistente, ma visit e sentiti.Solo ieri ricevo l’intimazione di pagamento di 33.000 entro 30 giorni.Mi hanno anche inviato il bollettino,come se uno sti soldi li avesse sotto il materasso.Con molto impegno e pazienza tengo ancora aperta la mia attività,senza l’aiuto di nessuno,ma quello che guadagno non basta neanche a mantenermi io stesso. Mi anno fatto il piano di rientro e volevano 1700 euro al mese e non avevo i soldi per farlo, adesso mi anno mandato anche un bollettino per pagare in un unica rata, come si fa ma le imprese le aiutano o le devono distruggere e non cercare di aiutare e di fare in modo di recuperare i soldi da non danneggiare le imprese?
    Grazie!
    Mi chiamo Antonio!!!

  10. giovanni

    siamo tutti nella stessa barca… perchè tutti qunti insieme non invitiamo le iene ad internvenire e darci una mano. io vorrei pagare ma il giusto… la differenza che gli devo realmente. le rate che purtroppo non sono riuscito a pagare non l’intero importo che mi è stato concesso. questa purtroppo è una truffa bella e buona. perchè in un periodo così diffcile lo stato non ci può mettere con le spalle al muro e senza mediare con noi per trovare un’adeguata soluzione.dato che siamo in tanti uniamocci e portiamo avanti questa battaglia verso il giusto. purtroppo lo stato ci tratta come delle pecorelle

    • eliana

      ciao sono Ely anch’io come voi non c’è la faccio piu’ a pagare sono 2 rate che mando a vuoto sto’ per chiudere è l’ unica cosa che è in mio possesso sono le mie meravigliose bambine.non ho casa non ho macchina insomma niente,ho sempre cercato di pagare tutto è tutti ma adesso non c’è la faccio piu’ cosa mi puo’ succedere.grazie

      • camera

        Gentilissima, sig. Ely non so se Lei a oggi a risolto il problema delle due rate ma mi permetto di consigliarle di mettersi in contatto con l’uffici di invitalia sicuramente
        sapranno darle delle indicazioni in merito.

  11. giovanni

    siamo tutti nella stessa barca…anche io nella stessa situazione mi hanno revocato l’agevolazione perchè ho saltato delle rate.c’è da dire che ne l 2006 chiedo come posso rimediare per saldare il residuo però non ricevo nessuna risposta qualche mese fa mi arriva l’a.r. con tanto di revoca delle agevolazioni. faccio scrivere dal mio legale però con questi purtroppo non si può mediare in nessun modo. infatti io vorrei pagare però il giusto ovvero la parte che mi manca da pagare ma non l’intero finanziamento più gli interessi.dato che siam oin molti perchè non ci uniamo magari chiediamo anche un aiuto a qulche trasmissione televisiva tipo le iene e cerchiamo una mediazione.perchè io credo che se uno non ha pagato è perchè non ha potuto e quindi credo che se c’è un minimo d’umanità situazioni come le nostre vanno comprese ed aiutate. perchè se non abbimo potuto pagare il parte del 40% ora è impensabile che possimo pagare l’intero importo più gli interessi.io chiedo solamente di pagare la parte rimanente…

  12. Francesco

    Anche a me è arrivata la raccomandata!
    Pagate tutte le 20 rate,tutte nei tempi prestabiliti.
    Ho chiuso attività dopo 4 anni e 6 mesi perchè il lavoro latitava alla grande e ora vogliono 25.900.000 euro.
    Tutto il fondo perduto più 10.900.000 euro di interessi!
    Che gentili.
    Dovremmo davvero unirci e chiamare Le Iene o Striscia o magari qualche altra trasmissione televisiva che possa darci una mano.
    Che ne dite?

    • Mario

      Ciao Francesco,
      a distanza di un anno, come ti è andata a finire?

      • Francesco

        Attendo sviluppi,ed ogni giorno penso che mi arrivi qualche notizia orrenda!
        Mi sa che ci siamo,sento che di qui a poco ne saprò di più…

    • Lisa

      Ciao Io sono d’ accordo …. sono stata appena truffata e non riesco a restituire i fondi che oltretutto non li hanno nemmeno versati tutti….

    • Renato

      Ciao Francesco, dal post che hai scritto leggo che tu hai pagato sempre tutte le rate nei tempi prestabiliti e poi hai chiuso prima dei 5 anni, successivamente ti hanno mandato la raccomandata per la restituzione dell’intera somma… adesso volevo sapere… ma hai comunicato a loro la chiusura o altro??? In definitiva ciò che mi preme di più sapere è: Invitalia viene a conoscenza di una eventuale chiusura prima dei tempi attraverso quale canale? Solo se non si ritrovano il pagamento delle rate o attraverso comunicazioni personali o di altri enti… tipo camera di commercio o agenzia delle entrate???
      Ad oggi comunque come è andata a finire la tua situazione???.. spero potrai aiutarmi a fare luce su questi punti perchè come avrai capito anche io sono nelle stesse condizioni…. devo chiudere prima del tempo e vorrei trovare la soluzione più adeguata… magari anche continuando a pagare il mutuo (nonostante la chiusura) se riesco a trovare altra occupazione o prestito. Grazie in anticipo per la risposta

      • Francesco

        Ciao,prima di chiudere chiamali e senti bene come stanno le cose.

        Da me sono arrivati i finanzieri il mese scorso e mi sono dovuto presentare da loro e raccontare la mia versione,loro hanno trascritto la cosa e hanno rispedito il tutto a invitalia,e ora attendo sviluppi che sicuramente saranno negativi.
        Abbiamo firmato un contratto e quindi sono dalla parte della ragione,a me bastava tenere aperto per altri 6 mesi di merda e avrei evitato casini enormi.
        Certamente i finanzieri mi hanno raccontato che c’è stato chi se nè approfittato di sviluppoitalia e coloro avranno conseguenze penali pesanti,hanno intascato i soldi e non hanno aperto mai nulla o cose simili.
        E forse per costoro che ci andiamo di mezzo noi,poveri disgraziati.
        Comunque quando io ho chiuso non ho comunicato nulla a invitalia e loro sicuramente dopo qualche anno avranno ricevuto comunicazioni dall’ente contattato.

  13. buongiorno ,sono francesco ,vi scrivo da napoli , scrivo a voi per un aiuto o aderito nel 2001 a sviluppo italia ,ho ricevuto una somma di 24milione di lire piu’ 10per spese e varie , il costo dei macchinari era piu’ alto ed i miei genitori con la liqidazione ecc hanno fatto fronte al mio debito nei confronti dei fornitori , ora in data febbraio 2012 mi hanno chiesto 34 mila euro compresi d’ interessi ,e somma a fondo perduto ,sono completamento disperato , perche’ non ho soldi ,e ne tantomeno i miei genitori , ho mio padre invakido e che percepisce una penzione da lavoratore dipendente di 1100 euro mensili , tra quali deve pagare spese di assicurazioni auto 179euro ,un mutuo di 380 euro, ed un prestito di credito al consumi di 200euro, il resto ci resta per sopravivere , come posso fare vi prego aiutatemi ditemi cosa fare ,tra circa 10 giorni scadono i termine di trenta giorni fissatomi da invitalia ,se non mi aiutate credo che scadra anche il mio termine di vita ,grazie

    • Il mio consiglio è di costituire un’Associazione contro Sviluppo Italia, che pur cambiato nome non ha cambiato i metodi. Prodi voleva chiuderla anni fa, Cottarelli ha parlato malissimo di tutte le partecipate e controllate, costituite da un dedalo di scatole cinesi dove sono più i manager strapagati, che gli ingenui che cascano nella rete. Report ha fatto un’inchiesta dove si vede a chi vanno tanti soldi per i resort, i campi di golf e con agevolazioni inaudite che poi pagano i piccoli ingenui come voi! Con i cattivi e gli imbroglioni bisogna farsi sentire! La tua vita è preziosa, chiedi aiuto a un sacerdote che saprà consigliarti per vivere più sereno e reagire a certi soprusi.

  14. salvatore

    ragazzi , qualcuno ha novita su cosa fare con invitalia?
    scrivetemi a vallasalvatore@libero.it dobbiamo unirci per fare qualcosa se no questi truffatori legalizzati ci rovinano la vita .
    Attendo vostre notizie
    Salvatore

    • Aldo

      Prima vi prestano i soldi, poi non volete pagare, soliti italiani falliti

      • salvatore

        Caro Aldo prima di tirare sentenze e giudicare le persone e bene che ti informi a dovere su come stanno le cose , io non ho nessuna intenzione di non pagare ,ma se la mia attivita è andata male e chiedo esplicitamente a invitalia un rifinanziamento dell’importo perchè sono disoccupato è non ho un euro … e come risposta ho avuto che a loro non frega niente di me e che vogliono i soldi in una unica soluzione entro 30 giorni ..bella cosa! quindi mi conviene andare da uno strozziono che forse mi aiuta di più? o mi faccio prendere la casa e vado a dormire alla caritas? cosa mi consigli di queste opzioni? come vedi non sono io che non voglio restituire i soldi sono loro cioè invitalia che non mi mette in condizioni di restituirli , sarei stato più contento che la mia attività sarebbe andata a gonfie vele e sarei riuscito a saldare il tutto tranquillamente ma purtroppo come il’80% di chi ha fatto questo finanziamento non è cosi. Quindi rifletti prima di fare commenti inutili è offensivi .

      • rosy

        Caro Aldo, potresti indicarmi a ki prestano i soldi? Te lo dico io ai loro parenti o raccomandati!!

      • Alex

        sono d’accordo con aldo! anche io ho stipulato un contratto con SI e mi trovo bene. I fallimenti che leggo su questo blog forse non sono imputati a SI ma più che altro all’incapacità gestionale, oppure lacune profonde nelle operazioni di marketing e organizzazione politico-economico. Un’altro fattore che porta a questi risultati sono le aspettative di guadagno veloce a breve termine. Tutti vogliono diventare ricchi subito…mentalità sbagliata e anche primitiva. Quindi datevi da fare….e poche lamentele!!!

      • Marina

        Intelligenza rara la tua devo dire..Ti distingui tra tanti per la tua gretta ignoranza e spiccata sensibilità. Le eccellenze dell’Italia. 🙂

  15. Rosario

    Salve! Mi chiamo Rosario e la situazione è la stessa di tanti altri ragazzi che per il periodo di crisi che si sta vivendo… le attività non andavano bene ed hanno chiuso prima del termine dei 5 anni…nel mio caso 4 anni!!! Tengo a precisare che ho pagato tutte le rate ed ultimato il rimborso di routine… Oggi dopo circa 4 anni dalla chiusura invitalia mi ha mandato una raccomandata con la richiesta di rimborso di 25 mila euro circa… insomma il prestito in toto che mi hanno fatto all’epoca. Mah… gradirei sapere in che modo agire per opporsi a questa situazione e non pagare… anche perchè oggi non ho ne soldi e ne lavoro…rosariocon@inwind.it
    Tengo a precisare che questi di sviluppo Italia dopo il primo contatto dove mi hanno controllato il locale e l’acquisto delle attrezzature non si so fatti vedere neanche più in fotografia altro che tutor ed aiuti..

    • nino

      CIAO è SUCCESSO ANCHE A ME LA STESSA COSA TUA SOLO CHE HO CHIUSO DOPO 4 ANNI E 10 MESI E PER SOLO 2 MESI NON HO FATTO I 5 ANNI …E CMQ HO CONTINUATO A PAGARE LE RATE …E POI MI HANNO MANDATO DOPO 4 ANNI LA RICHIESTA DI RIMBORSO DI TUTTO IL PRESTITO CHE MIA HANNO DATO… COME HAI FATTO TU PER RISOLVERE ?????

  16. jeisw

    Raccontiamo tutti la stessa storia. Quella che lor signori hanno scritto per noi.
    Centinaia potrebbero raccontarne ancora ma non lo fanno perchè il senso e l’utilità non si vedono: NON sono state individuate STRATEGIE risolutive individuali e neanche collettive.
    Mi dispiace esser così diretto ma la realtà è questa. Tiriamo fuori una proposta!

    • Corrado1964

      Ottima disamina ma come sai in questo paese molti si lamentano e pochi, troppo pochi agiscono. Falla tu una proposta e sopratutto raccontaci la tua testimonianza se ne hai una. Ciao

      • fregata

        io ho firmato il contratto con l’IG nel 1998. a seguito di problemi nel 2001 chiedo aiuto, ma all’IG era subentrata Sviluppitalia che mi ha abbandonata e solo nel 2003 mi ha mandato una lettera in cui mi comunicava la revoca. faccio scrivere da un legale e silenzio fino ad oggi… alla somma si aggiungono gli interessi. 35 milaeuro da pagare in 30 giorni!!

    • Costituire una Associazione unica di tutti i truffati per contrastare questa partecipata di Stato che favorisce solo le grandi aziende ai danni delle piccole!

  17. Alchimia2000

    Siamo veramenti in tanti ad essere stati vittima della negligenza/superficialità/truffa o come si può chiamare di questi individui… eppure continuiamo ancora a muoverci isolati e con pochi risultati… credo che si potrebbe fare una class action (magari affiancati da un associazione dei consumatori), ma dobbiamo muoverci o ci porteranno tutti a suicidarci questi delinquenti.
    Passo a raccontare anche la mia vicenda con un unica premessa: L’unico motivo della mia adesione all’iniziativa di Sviluppo Italia era il previsto tutoraggio di un anno per l’avvio di una casa editrice di fumetti, l’acquisto di macchinari è stato richiesto al fine di poter usufruire del tutoraggio, come sempre specificato da parte mia.

    – 17 ottobre 2001: raccomandata a sviluppo italia con i moduli compilati per la partecipazione all’iniziativa del prestito

    – 20 marzo 2002: primo colloquio selettivo

    – 4 aprile 2002: secondo colloquio selettivo dove mi viene fornito anche tutto il materiale informativo relativo alla richiesta, con l’invito a prenderne dettagliata visione perchè fornisce tutto quello che devo sapere in merito al prestito

    – 23 aprile 2003: arriva l’avviso che a breve saranno disponibili le risorse per il finanziamento alle agevolazioni da me richieste

    – 7 giugno 2003: raccomandata a sviluppo italia per confermare la mia partecipazione

    – 28 agosto 2003: chiamata per la stipula del contratto

    – Prima anomalia: il contratto risulta stipulato il 5 settembre 2003 anche se effettivamente dovrebbe essere avvenuto il 28 agosto 2003

    – Seconda anomalia: al momento di firmare il contratto non mi è stato permesso di leggerlo perchè il personale addetto è arrivato con un notevole ritardo e i contratti da stipulare erano molti (a nessuna delle persone di quella fine mattinata è stato fatto leggere il contratto), mi è stato giurato che coincideva con il materiale informativo da loro fornito e del quale avevano altre copie identiche alla mia

    – Terza anomalia: appena ho potuto prendere visione del contratto noto che il materiale informativo fornito differisce in parte dal contratto firmato, i cambiamenti più rilevanti riguardano il prestito erogato che sarà il 40% a fondo perduto e non più il 60%

    – settembre 2003: effettuo ripetute telefonate per mettermi in contatto con l’assistente tecnico assegnatomi, invio anche diverse mail ma il tutto senza esito positivo

    – ottobre 2003: chiamo telefonicamente la sede di Sviluppo Italia a Roma perchè l’assistente tecnico non risponde, neppure la Sviluppo Italia divisione toscana risponde e non ho ancora ricevuto l’anticipo del finanziamento per poter acquistare i materiali previsti dal contratto

    – 13 ottobre 2003: ricevo l’anticipo

    – ottobre/novembre 2003: chiamo diverse volte telefonicamente Sviluppo Italia con sede a Roma per segnalargli che il supporto tecnico e la stessa divisione toscana continuano a non rispondere

    – novembre 2003: grazie a Sviluppo Italia di Roma mi viene fissato un incontro a Venturina per parlare delle problematiche intercorse (viaggio a vuoto con scarico di responsabilità sulla sede di Roma e però l’ammissione che Sviluppo Italia sta passando un momento di difficile e da questo derivino i disservizi)

    – dicembre/gennaio 2004: richiesta del saldo degli investimenti tramite e-mail e chiamate telefoniche, senza risposta

    – metà gennaio 2004: mi viene comunicato che l’assistente tecnico ha lasciato il suo compito inquanto non aveva il tempo di occuparsene, ma non mi viene assegnato un nuovo assistente tecnico

    – fine gennaio 2004: ennesima telefonata alla sede di Sviluppo Italia di Roma poichè la data di scadenza del saldo segnalata sul contratto dell’investimento era vicina.

    – Nuova anomalia contrattuale: dalla sede di Roma mi viene detto che la data riportata nel contratto risulta errata e il saldo degli investimenti sarebbe stato definito in seguito a discrezione di Sviluppo Italia

    – fine febbraio 2004: vengo contattato telefonicamente da uno che dice essere il mio nuovo assistente tecnico, cerco di porgli delle domande ma mi risponde che non ha tempo poiche si trova ad una riunione e mi fissa solo il giorno per la richiesta del saldo

    – primi di marzo 2004: avviene l’incontro con il nuovo assistente tecnico. Lui guarda rapidamente i materiali acquistati e mi invita a firmare due o tre fogli in bianco perchè a suo dire non aveva il tempo di compilarli inquanto doveva fare altri incontri. Io protesto chiedendone la compilazione, ma mi viene detto che se non firmo non avverrà il saldo e dovrò restituire quanto anticipato (e gia usato per comprare i materiali) perchè non c’è più il tempo per fissare un nuovo incontro. Quindi firmo i fogli non compilati.

    – marzo 2004: il nuovo assistente tecnico non risponde alle mie richieste di supporto salvo con una mail indicandomi per altro cose errate, perchè per sua stessa ammissione non sapeva come funzionasse una casa editrice di fumetti

    – aprile 2004: cerco di contattare Sviluppo Italia toscana perchè la situazione era diventata insostenibile, dopo lunghi solleciti in segreteria e la minaccia da parte mia di contattare le forze dell’ordine mi viene passata telefonicamente la responsabile degli assistenti tecnici che mi dice che si sarebbe presa lei carico della questione

    – 4 maggio 2004: scrivo una lettera ed e-mail a Sviluppo Italia di Roma descrivendogli dettagliatamente le problematiche intercorse e chiedendone la risoluzione del contratto perchè questa storia mi stava solo danneggiando anche mandandomi in uno stato di depressione

    – 16 luglio 2004: scrivo una raccomandata a Sviluppo Italia di Roma e per conoscenza Adiconsum di Livorno (senza risposta da parte di Sviluppo Italia)

    – 30 luglio 2004: tramite un avvocato amico viene inviata una raccomandata a Sviluppo Italia di Roma e Toscana lamentando le varie problematiche (senza risposta da parte di Sviluppo Italia)

    – agosto 2004: arriva il saldo e chiedo di fare l’incontro per avere il rimborso previsto delle spese effettuate per il primo anno di attività, ma nuovamente silenzi

    – settembre 2004: grazie all’avvocato riesco a fissare un giorno di incontro a Venturina, porto il materiale previsto e lo consegno, a quel punto vengo invitato da quella che era la responsabile degli assistenti tecnici a firmare gli ennesimi fogli in bianco per continuare la procedura. Mi rifiuto categoricamente chiedendone la compilazione, come è gia capitato mi viene detto che non c’è il tempo e difronte alla mia ferma volontà di non firmare senza conoscerne i contenuti mi viene proposto di inviarmi loro tramite posta i fogli compilati e successivamente avrei dovuto rispedirglieli. (Quei fogli chiaramente non mi vennero mai inviati)

    – settembre/ottobre 2004: provai a contattare altre volte telefonicamente e per e-mail Sviluppo Italia ma senza risposte, anche invitandoli di riprendersi i materiai acquistati perchè la mia attività a causa loro non sarebbe proseguita oltre ad avermi mandato in piena depressione (che prosegue tutt’oggi)

    – 13 ottobre 2004 la Regione Toscana su mio sollecito invia richieste di spiegazioni a Sviluppo Italia e ne manda copia a me per conoscenza

    – 10 novembre 2004: ricevo lettera dalla Regione Toscana ufficio difensore civico dove mi allegano la risposta che è stata data a loro da Sviluppo Italia, della quale ne prendono atto ma non possono fare altro poiche non è di loro competenza

    – 28 luglio 2005: mi arriva una risposta scritta a una e-mail rivolta alla Regione Toscana giunta regionale dove anch’essa chiede spiegazioni a sviluppo italia in merito dei fatti intercorsi (ma della quale non mi risulta abbia avuto seguito)

    – Negli anni successivi torna a farsi presente la problematica, gettandomi maggiormente in depressione, in particolare con:
    – 26 giugno 2009 raccomandata dello studio legale di Ina Assitalia con minacce di adire a vie legali per l’importo di 167,99€, questione terminata che non gli dovevo niente ma semplicemente Sviluppo Italia aveva commesso errori nello stipulare queste polizze assicurative per cui continuavano a chiedere importi non dovuti
    – non ricordo la data di inizio ma a seguito delle mie mail di richiesta di aiuto venne estrapolata una frase dettata più dalla disperazione per la situazione e venne aperto un processo penale a livorno con imputato un assistente tecnico e un contro processo a firenze con imputato me. I processi si sono conclusi con continui rinvii e un nulla di fatto
    – Ultima l’attuale richiesta di questa Invitalia di 13.500€, mi hanno rovinato la vita e vogliono pure essere pagati, non sono più riuscito a lavorare, a causa della depressione non esco neppure di casa, se vogliono i mobili da ufficio che acquistai giaciono da anni inutilizzati ma non ho altro tranne la vita o quel poco che ne resta visto che non so se si può chiamare vita la mia chiuso tra le quattro mura di casa… vi prego fate che non sia anche questa una pietra lanciata nell’oceano e che possa servire veramente a risolvere questa situazione, grazie

    • Mi dispiace sentire il tuo avvilimento per ciò che hai subito a causa di situazioni che non ti hanno spiegato fin dall’inizio e da anni ti tormenta. Una persona abbandonata a se stessa, senza aiuti per risolvere i problemi e con continue richieste di denaro da parte di uno Stato che dice di vuole promuovere lo Sviluppo, mentre favorisce solo le grandi imprese ai danni delle piccole, è inaccettabile! – L’unica cosa è costituire un’Associazione contro questi signori, che poi sono lo Stato stesso, perché SI è una partecipata statale, controllata da una serie di scatole cinesi, leggiti su Report l’inchiesta su SI e cosa dice Cottarelli delle partecipate!

  18. diego

    incominciamo a lasciare i recapiti email per tenerci in contatto. Io ho fatto opposizione al loro decreto ingiuntivo e per ora sto in causa con invitalia per una serie di inadempimenti che non sto qui a raccontare per brevità. Ho inoltre scritto a Report per chiedere un loro intervento e ora sto cercando giornalisti freelance interessati ad occuparsi del caso. magari fatelo tutti voi e vediamo se si muove qualcosa.

    Ora c’è anche da puntualizzare una cosa…..se loro ti hanno finanziato e l’attività è andata male non potrai farci nulla (loro non garantivano il successo della tua inizaitiva ma solo il finanziamento della stessa). Diverso è il discorso se l’attività è fallita perche non hai avuto tutoraggio o non concessione dei fondi nei tempi stabiliti. Quindi se c’è qualcuno che ha avuto CONCRETE PROBLEMATICHE con SI può contattarmi a dibi68@inwid.it.
    saluti Diego

  19. Diego Chiedi l’iscrizione qui:
    https://www.facebook.com/groups/sviluppoitalia.invitalia/

  20. nello

    ma insomma cavolo m avete disarmato!! insomma o ho tanta vogla di aprire una mia attività e di realizzare i miei sogni ora capisco che se non va bene poi bisogna pagare !! ma quello che mi chiedo è…. ce ne qualcuno al quale è andato tutto bene cioè è riuscito ad avviare l’attività??? io credo di si

    • rosy

      Caro Nello, conosci qualcuno della commissione? Beh allora hai speranze diversamente lascia stare…hanno finanziato camorristi ecc ecc ma la gente con voglia di fare no..kissa perke.

      • Alex

        non è vero Rosy…come mai sei arrivata a questa conclusione così superficiale? io non sono un camorrista e mi hanno dato i soldi nei tempi contrattuali ed io gli sto ridando indietro senza nessun problema e anzi con un pò di anticipo…quindi cerchiamo di non demoralizzare le persona che hanno voglia di lavorare

    • Alex

      si..a me sta andando bene…se le cose nn vanno cerchiamo subito di scaricare le colpe sugli altri ma non su noi stessi….cmq Nello visto la tua voglia di fare ti consiglio di aprire l’attività e vedrai che, con impegno e buona volontà andrà bene!!! Basta crederci e non puntare subito a guadagni alti ma cmq devi sempre incrementare il tuo lavoro per avere magari dopo un anno dei buoni risultati..io ho aperto l’attività due anni fa con finanziamenti invitalia e più passa il tempo e meglio va!! Quindi vai alla grande..non ascoltare gli altri!!

      • Gabriele

        Alex chi è il tuo commercialista? Quello che ti ha aiutato con la domanda?

  21. Alex nessuno ti ha dato del Camorrista, solo che di fronte a centinaia di testimonianze fallimentari non puoi dire che si tratta in tutti i casi di negligenze degli imprenditori.
    Piùttosto come si chiama la tua Ditta e come si chiama il commercialista che ha seguito la tua pretica ed inoltra in che città ha fatto la domanda..? Resto in attesa delle tue risposte… Ciao e Grazie

    • Alex

      Ciaoo…il fatto del cammorrista era riferito al fatto che un ragazzo ha lasciato un commento nel quale affermava che o sei cammorrista oppure invitalia non approva la tua pratica…cmq io vivo e lavoro in una città in Abruzzo e si chiama Vasto. Ho aperto un’attività in franchising con una Società di abbigliamento..non faccio nomi per rispetto della Società…Il commercialista mi ha aiutato a fare il famoso business plan che è andato alla grande ed anche il colloquio. Dopo naturalmente ho dovuto fare da solo e con l’aiuto del commercialista che si occupa della mia contabilità sta svolgendo un’ottimo lavoro. Forse sarò stato un po’ fortunato perché ho trovato un bravo commercialista oppure perché ho individuato una Società seria e professionale con la quale sto lavorando. Da qui a 5 anni ci vuole ancora ma spero che vada bene. Le mie aspettative rimangono alte ma cerco di restare con i piedi per terra..Dico questo perché ho conosciuto gente della zona che appena si sono trovati con un pò di denaro si sono dati alla pazza gioia..esempio viaggi, macchine di lusso in leasing e così via….e ovvio che se per un pò il lavoro rallenta ci si ritrova con tante insolvenze…ma questa dipende da persona a persona e anche da zona a zona.. Spesso, a mio giudizio alla base di un fallimento c’è anche la situazione che ho appena detto..però vabbè. Grazie anche a te!!

  22. Marina

    Salve a tutti,
    sono venuta a conoscenza di questo blog cercando su internet qualche dato utile che potesse fare al caso mio. Ci tengo ad esporre la mia situazione:
    Nell’ Aprile del 2008 decido di chiedere un prestito a SI con la formula del franchising, aprendo così una lavanderia self service, per un ammontare dell’investimento di 118.000,00 euro, comprendenti i macchinari (4 lavatr e 3 essiccatoi) e l’arredo..
    Io ho sottoscritto questo contratto con il franchisor e sviluppo italia dopo aver preso visione di un business plan, basato sullo storico degli altri punti vendita presenti sul territorio nazionale, che si è rivelato poi alquanto gonfiato.
    Va detto che nella mia lavanderia ho lavorato sin da subito, non lasciandola self service, come inteso dal franchisor, ma ho prestato e presto tuttora servizi di lavanderia ad acqua, quali stiratura, ritiro e consegna a domicilio, altri servizi correlati al lavoro di lavanderia, pubbliche relazioni e tutto ciò che può portare incremento di lavoro.
    Il contratto di franchising prevedeva che io, mensilmente, gli versassi la cosiddetta “royalty” di importo fisso 500,00 euro, più le rate del mutuo con SI, partite un anno dopo dall’apertura del mio punto vendita, pari a 800,00 euro mensili, che si vanno a sommare a tutte le altre spese che ho mensilmente, quali affitto, luce, acqua, gas, contributi, iva, tasse comunali e altre. Ci sto mettendo anima e corpo, non mi sono mai demotivato, ho trovato, fortunatamente, sempre la forza per stringere i denti a andare avanti, confidando in ciò che oggi sto seminando e sperando in periodi migliori, data anche la crisi. Non posso chiudere, e lo farei solo per non trovarmi, a 28 anni, piena di debiti fino alla punta dei capelli e devo resitere. Sto mandando anche curricula in giro per tentare di far entrare nel bilancio familiare entrate extra..vedremo.
    Sin dall’inizio ho pagato le rate, trimestrali di 2444,00 euro, con sollecitudine e puntualità, sono arrivata a pagarne sei, poi mi son dovuta arrestare perchè non è stato possibile adempiere a tutti i pagamenti.
    Il contratto con il franchisor è stato sciolto tramite una dichiarazione transgiudiziale, prima dell’udienza che era stata fissata per Maggio 2012. Questa è stata una mossa sbagliata da parte del legale che mi ha seguita, e che poi ha avuto anche la faccia tosta di presentarmi una parcella di 4.500,00 euro, sottobanco se n’era intascati già 400,00 e io avevo anticipato anche 600,00 euro per il contributo unificato per depositari gli atti in tribunale più le spese di invio delle mille raccomandate, e senza aver preso una sola lira da tutta questa faccenda..cmq..
    In seguito alla lettera di SI contatto due diversi avvocati, per avere più opinioni, entrambi mi fanno capire che non si può fare molto e che ci sarebbe solo da rinegoziare il mutuo, che però va pagato!! Comunque! Anche se l’attività è un continuo pagare spese e tasse, anche se il bilancio parla chiaro e non è che che me li sto nascondendo in cassaforte i soldi, anche se dato tutto l’impegno, l’inventiva, ed il lavoro che ci metto dai bilanci si evince che le spese si mangiano tutte le entrate e che lo STORICO del mio negozio non coincide PER NIENTE con quello presentato nel loro business plan, che mi sono sentita rispondere, quando ho esposto le difficoltà che mica era colpa loro (del marchio) se le lavanderie ad acqua nella mia città non funzionano!!! Ah no?!? Allora è presumibile che questi business plans vengano fatti un pò alla CARLONA, se mi equipari città con milioni di abitanti a cittadine da un centinaio di migliaia di abitanti.
    Il fatto è che SI, presentando tra i molti suoi affiliati anche questo marchio, in un certo senso si faceva lei stessa GARANTE di ciò che il suo affiliato dichiara, e se il suo affiliato presenta e deposita un contratto in seguito dichiarato “CAPESTRE”.
    SItalia intimidisce ogni possibile azione legale dichiarando come foro competente Roma, luogo della firma del contratto tra me e l’ente.
    Secondo me c’è del losco ma, per logica, penso che se si riesce a dimostrare che pur con tutto il lavoro svolto, i servizi aggiunti nell’attività, l’impegno e la buona fede del lavoratore non si riesce ad onorare il debito, si potrebbe scardinare l’apice della piramide.
    Voi che ne pensate? Uniamoci, cerchiamo qualcuno che possa metterci oltre alla competenza uno sguardo ampio.
    Vi posto quest’altra pagina riguardante la materia civile tra le parti che stipulano il contratto, nello specifico un contratto di franchising.

    http://icaro211.blogspot.it/2011/04/la-tutela-del-contraente-debole.html

    Grazie a tutti per l’attenzione dedicata, speriamo di riuscire a fare qualcosa.
    Attendo opinioni.
    Marina

    • Marina credo che tu sia opportuno che copincolli questa tua testimonianza e la posti sulla bacheca del gruppo Sviluppoitalia ora Invitalia ( https://www.facebook.com/groups/sviluppoitalia.invitalia/?bookmark_t=group )dopo aver richiesto l’iscrizione. Sarò lieto di darti l’accesso al gruppo e darti la possibilità di testimoniare questa ennesima sityuazione ambigua. Ciao a presto Corrado

  23. Marina

    Ne sarei lieta Corrado,ma non ho un profilo fb.
    Alternative?
    State riuscendo ad acquisire info che provino la “truffa”?
    Grazie,Marina

  24. Gabriele

    Fatemi capire, due domande: tutte le volte che Invitalia ha revocato il prestito era a causa di mancati pagamenti delle rate del mutuo o perchè l’azienda è stata chiusa in anticipo rispetto ai 5 anni? E quando viene revocato il prestito, ti chiedono in un unica soluzione la restituzione della parte a fondo perduto, le rate non pagate del mutuo (ma non la parte del mutuo già restituita), più interessi calcolati ad un tasso “alto”. Corretto?

  25. dennis

    questo e il colmo aperto finanziamento nel 2005 pagate tutte le rate previste nel piano ammortamento attività venduta 2 prima del previsto meno male perché non rendeva, oggi mi si presenta la gdf a casa per notificarmi accertamento finanziamento iv Italia dopo che sono passati 7 anni ,sono estrefatto ma che si piglino pure casa ormai siamo alla frutta viva l’Italia non ho più parole ……….

  26. Savio Larghi

    C’è poco da fare,bisogna pagare.Chi ha qualcosa da perdere è destinato a vendere i suoi beni per ripianare il debito con ex SV Italia;Chi non ha nulla da perdere non paghi e dorma sogni tranquilli;chi ha un’attività florida tramite questi prestiti non può che avere il mio in bocca al lupo (anche se di questi tempi di crisi nera è difficile sentire che nell’abbigliamento le cose vanno bene);chi invece ha dovuto chiudere l’attività prima della scadenza del lustro stipulato,non può essere di certo definito un fallito.Ci sono settori ,tipo laboratori fotografici che a cavallo tra il 2000 e il 2001 coi soldi che hanno preso (destinati all’analogico) dovevano far fronte alle nuove macchine di stampa digitali ( che nel 2003 costavano una cifra blu) ma ormai gli investimenti erano stati fatti sull’analogico e quindi spese su spese per gestire e rinnovare l’attività..pagando nel contemo rifiuti speciali,inps,camera di commercio,affitto locali,tarsu,condominio e bollette solite,ecco che avviene il crack..così non paghi più sviluppo italia,nn paghi più l’inps..e ti ritrovi pieno di debiti.
    Non pensate MAI di farvi del male,a tutto c’è rimedio…solo alla morte..NO
    Le cose su descritte sul laboratorio fotografico,sono accadute al sottoscritto che ha ricevuto stamane l’ingiunzione a pagare 25000 euretti a questa nuova creatura che si chiama Invitalia,a presto…speriamo bene,io ho una casa intestata e due figlie piccole…dovrò venderla mi sa…

  27. ellie1976

    Salve, situazione analoga anche per me. Mi domando se: c’è qualcuno che abbia ricevuto visite da un ufficiale giudiziario o sono solo lettere di minaccia e nulla di fatto? intimidazioni a cui non fa seguito nulla di concreto se non semplici minacce intente ad incuotere timore nella speranza che qualcuno paghi?

  28. Mario

    Salve a tutti,
    stessa situazione. Prestito d’onore nel 2001 e attività chiusa dopo due anni.
    Marzo 2013 pseudo ingiunzione da parte di Invitalia con importo di 27.000 €
    Quello che volevo chiedervi è, ma è davvero un decreto ingiuntivo? Qualcuno di voi ha avuto conseguenze dopo questa raccomandata allo scadere dei 30 gg?
    Grazie
    ciao
    P.s. per non parlare del bollettino postale con stampato l’importo di ventisettemila euro…

  29. ellie1976

    qualcuno ha il contratto firmato con sviluppo italia? avrei bisogno di una copia. Grazie

    • Mario

      Mi dispiace Ellie,
      purtroppo sono passati troppi anni… Anche a memoria ho pochi ricordi.
      Adesso sto cercando un avvocato, per capire se quello è davvero un decreto ingiuntivo e devo fare opposizione entro i 30 gg.
      Hai qualche notizia riguardo le persone che l’hanno ricevuta prima di noi, a distanza di mesi cosa gli è successo?

  30. ellie1976

    Purtroppo si, è un decreto ingiuntivo. Per questo il mio avvocato vorrebbe vedere il contratto per vedere di trovare qualche spiraglio. Sono riuscita a contattare una ragazza ke ne ha ricevuto uno con relativa visita da parte dell’UG il quale non è potuto procedere ad alcun pignoramento xkè la casa in cui abitava la ragazza non era di sua proprietà. A distanza di qualche hanno questa ragazza ha poi trovato lavoro e i bastardi si sono ripresentate a batter cassa chiedendo un quinto dello stipendio. Il suo avvocato le disse di non intestarsi nulla. Io mi chiedo ora se possiamo vivere una vita così…. latitanti ed anonimi. L’allora Sviluppo Italia non poteva rivalersi all’epoca sull’attrezzatura acquistata col finanziamento? quando ancora valeva qualcosa ed avrebbe recuperto parte del credito? Perchè inveire a distanza di oltre 10 anni? Il prestito d’onore è stato un aiuto importante per quei giovani che hanno aperto e mantenuto un’attività e al contrario è stato un flagello per quelle attività come la mia che non ce l’hanno fatta.
    quel bollettino allegato poi…. € 38000!!! Ma si credono seri? una barzelletta…. assurdi.
    tutto ciò è disarmante….

    • Mario

      Ciao Ellie, sei riuscita a trovare una copia del contratto?

  31. ellie1976

    Ciao Mario,
    non se ne trova copia… 😦

    • Arianna Prete

      ciao Ellie mi chiamo Arianna, sono di Tarant e ho una copia del contratto. Ho lo stesso problema. Puoi dirmi se hai risolto qualcosa oppure no? se vuoi puoi contattarmi a questo indirizzo email aryadne89@libero.it

  32. Mario

    Ragazzi attenzione leggete qui:
    Dalla Gazzetta n.57 del 7 marzo 2008
    MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE
    DECRETO 4 febbraio 2008
    “Autorizzazione alla riscossione coattiva tramite ruolo dei crediti vantati dalla Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.a. (gia’ Sviluppo Italia S.p.a.) nei confronti dei beneficiari delle agevolazioni per l’autoimpiego di cui al titolo II del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 185.
    Pag. 16”
    Se non fate opposizione entro i 30 giorni, il decreto ingiuntivo grazie a questo decreto, si trasforma in una cartella di equitalia.

  33. arianna

    si può fare qualcosa allora?? vi prego fatemi sapere!

  34. ellie1976

    Ma Mario cosa significa fare opposizione? A cosa serve? solo a prolungare i tempi d agonia?

  35. lex

    Beh se hai beni intestati fare opposizione serve eccome…

  36. lex

    A me il bollettino e’ arrivato circa 20 giorni fa, quasi in scadenza….la federconsumatori asserisce che e’ tutto un bluff…

  37. arianna

    questo è un messaggio per tutti!!! voglio avvisarvi che ho mandato un messaggio alle iene che mi hanno detto che hanno preso in considerazione la cosa. come me mandate anche voi un messaggio!!!!!!!!! cosi sapranno che ci sono tante persone con questo problema!! vi prego. si può fare anche con facebook. io ho messo mi piace alla pagina di giulio golia e mandategli un messaggio.

  38. Ellie1976

    Ariannalo farò subito… E aspetto ancora copia del contratto 😦
    Lex ma fare opposizione a prescindere dai beni a cosa porta? Si ha la possibilità di ottenere qualcosa? Il mio avvocato nn me lo ha nemmeno proposto. Della serie che non ottieni nessuno sconto….

  39. Ellie1976

    Arianna fatto! Ho appena contattato Giulio Golia ed invitato a visitare questo blog. Incrociamo le dita ragazzi!

  40. lex

    Ellie nessuno sconto ma hai il tempo utile per mettere al sicuro quello che ti appartiene, tipo la casa….io ho la copia del contratto…ho conservato tutto proprio in occasione di questa eventualita’. Premiamo sul fatto che sviluppo italia in tutta questa operazione e’ stata totalmente assente, non assolvendo all’obbligo contrattjale di assistenza e tutoraggio. Poi dopo 10 anni saltano fuori come seniente fosse.

  41. Ellie1976

    Lex in quanto a questo starei tranquilla visto che da 13 anni a questa parte non ho nulla intestato. Ti sarei grata qualora potessi fornirmi copia del contratto al seguente indirizzo: officine76@live.it e se anche tu come arianna e me potessi contattare le iene….
    Grazie

  42. lex

    Potrei inviartelo sabato pero’, devo trasformarlo in pdf e cancallare i dati personali. Ma tu puoi dirmi che ti ha detto il tuo avvocato? Quale dritta ti ha dato?

  43. Ellie1976

    In verità ne ho consultato più di uno e bene o male mi hanno detto tutti la stessa cosa e cioè di non intestarmi nulla x i prox anni e non avere nulla sul conto corrente sperando che la cosa prima o poi finisca nel dimenticatoio. Certo non mi hanno dato false speranze perchè in teoria possono perseguitarti anche a vita ma a dire di uno d loro lo esclude considerando la poca efficienza ed attenzione di sviluppo italia che diventando invitalia è leggermente migliorata a suo dire. Il problema è se il tutto possa passare o meno ad equitalia…
    A tal proposito alcuni avvocati mi hanno detto che diventerà una cartella esattoriale mentre altri escudono che sia un tipo d credito che possa essere trasferito ad equitalia…

    • jackalo

      Stessa situazione apro 2001 chiudo 2004 e vogliono entro 30gg 40000 euro da me. Gli avvocati che ho consultato a voce comune chiedono di liberarmi da tutti i beni e conti corrente ma altre risposte niente nemmeno di fare opposizione perché c’è poco da fare e quindi solo di aspettare. Siccome ne siamo tanti è giusto che invece di trovare solo informazioni qua è là sul web di chi sapesse un modo concreto come risolvere o ha risolto di mettere a conoscenza per il bene comune e di soprattutto SCRIVERE le risposte. BASTA con questi soprusi da parte di chi doveva aiutarci con i fondi statali ed europei quali fondi gran parte spariti (sotto forma tipo costruzione del sito sviluppoitalia quale perdita di milioni di euro ecc…) e sveliamo un velo pietoso perchè l’Italia nel 2000 è ancora così ma che si avvinghiano ancora su di noi… E BASTA… Ma ci avete fatto caso ci hanno dato dei soldi? noooooo noi quella misera somma dell’epoca per costruire l’attività quei soldi sono stati tutti investiti per comprare attrezzature con tanto di dimostrazioni in fatture e se le cose andassero male ( CHE PUO’ CAPITARE A TUTTI PER DIVERSI MOTIVI ……risposta ai sapientoni che pensano che non può capitare) non volevano i beni ma i soldi ed a oggi dopo 10 anni circa con interessi spropositati. E QUESTA NON SI CHIAMA TRUFFA. Unico modo per combattere e unirci ma subito e scambiarci informazioni continue.

      • Tata

        credo che io sono la prossima vittima di questi bastardi, ho aperto attivita nel 2012, e oravedo che non va- voglio chiudere-a vedo che dovro padare 20 mila … ma a queli che non pagano- cose aspetta?

  44. lex

    Ma perche’ se passasse a equitalia cosa cambierebbe?

  45. Ellie1976

    In tal caso non credo che la cosa finirà nel dimenticatoio. Sappiamo tt quanto questo ente sia perseguitante e attento…

  46. Panfilo

    Ecco la mia esperienza negativissima con INVITALIA. Chi mi può aiutare?
    Ho costituito una start-up innovativa nel 2009. Il 3 gennaio 2011 deposito una domanda di brevetto che ottiene un report dall’European Patent Office positivo. Ciò mi da diritto al premio di 1500 euro previsto dal bando brevetti + gestito da INVITALIA.
    A dicembre 2012, presento la domanda tramite piattaforma on-line e allego tutta la documentazione richiesta. Dopo 10 mesi dalla domanda che doveva essere evasa in 6 mesi ricevo una comunicazione via PEC in cui INVITALIA non ammette al premio la mia domanda perchè carente della documentazione richiesta nel regolamento. Nella comunicazione si invita a presentare le osservazioni che puntualmente invio attraverso PEC. Dopo alcune settimane ricevo una comunicazione via PEC con cui INVITALIA mi notifica la non ammissibilità al premio per decorrenza dei temrini per presentare le osservazioni. Via PEC diffido INVITALIA. Dopo una settimana ricevo una telefonata da un loro funzionario che si scusa per gli inconvenienti che ascrive alla loro mancata applicazione della direttiva 14/2011 del 22/12/2011 con uci il Ministro della Funzione Pubblica, Filippo Patroni Griffi, prevedeva con decorrenza dal 1° gennaio 2012 che gli Uffici Pubblici nel richiedere certificati ai cittadini avessero solamente due possibilità: acquisire d’ufficio dati e informazioni sui cittadini e contribuenti o accogliere le autocertificazioni prodotte dai medesimi, in ogni caso alle PA non è più permesso di richiedere certificati. Non è pero riuscita a darmi giustificazioni per il mancato accoglimento delle osservazioni che a suo dire non sarebbero state consegnate dal gestore della loro PEC nonostante avessi esibito le ricevute di coinsegna ed accettazione. Comunque avendo ricevuto rassicurazioni circa l’esito positivo dell’istruttoria non ho dato seguito ad un procedimento legale comunque costoso al disopra dell’entità del premio. Tale telefonata è stata seguita da una analoga comunicazione via mail e recentemente da una lettera raccomandata con analogo contenuto. Purtroppo dopo oltre 4 mesi dalla telefonata non ho ancora ricevuto il premio nonostante l’istruttore abbia deliberato positivamente per la concessione.
    Chi mi può aiutare?

  47. lex

    Ehhh caschi male, qui’ siamo tutti con l’acqua alla gola per i debito acquisito con Invitalia, figurati se ci passa per la testa un premio di 1500 euro non riscosso!

  48. Panfilo

    @ Lex. In effetti potrebbe sembrare l’inversione del detto “Prima di guardare la pagliuzza negli occhi di tuo fratello,guarda la trave nei tuoi occhi”

    Ma amplia l’orizzonte di veduta e forse potrai cambiare idea..

    Infatti qualora dovessimo essere d’accordo che i problemi nascono da una cattiva gestione dell’ente (ecco la vera trave). In tal caso anche il piccolo problema potrebbe essere messo nel calderone e generare un impianto accusatorio con cui organizzare un’azione di massa (ovviamente sul piano legale). Nel caso specifico la presunta mancata applicazione della legge risulta essere un “abuso del diritto” (come evidenziato in http://www.professionisti.it/frontend/articolo/898/Niente-piu-certificati-alla-pubblica-amministrazione) che dovrebbe essere facilmente dimostrabile. Purtroppo una mia singola azione legale non ha senso dal pv dell’obiettivo economico mentre l’inserimento della mia vicenda in una “class action” avrebbe altro tipo di importanza.

    • Marina

      Mi piace! 🙂

    • Tieni presente che a me hanno falsificato la firma sui documenti presentati in udienza quindi tanto a posto la coscienza non devono averla..!!

    • luigi

      Sono d’accordo cosa possiamo fare?

  49. lex

    Dopo la prima raccomandata con superbollettino qualcuno ha ricevuto altre raccomandate? Io non ho risposto, sto a vedere che succede. Il gruppo di facebook e’ protetto o tutti miei contatti leggono cio’ che scrivo?

  50. sono liliana ,vorrei sapere dopo quanto tempo avete avuto una risposta ,io o 8 mesi e ancora niente mia arivato anche a me una raccomandata sono andata a colloquio man poi niente ,potete darmi una risposta?.grazie

    • rita

      lascia stare invitalia, comincia attivita con i proprii soldi- con invitalia costera doppio per te

  51. biagio

    mi sento di dare solo un consiglio su questo utile post:
    1)non chiedete mai finanziamenti se non avete la copertura finanziaria necessaria (in pratica non fate affidamento su prestiti bancari o da parte di genitori)
    2) la LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE IN ITALIA, non tutela il cittadino, quindi tenete in conto che avviare un’impresa in italia è sempre un’ attività ad alto rischio, le autorizzazioni rilasciate possono venir meno facilmente
    3) l’italia è un paese in cui LA TASSAZIONE ALLE IMPRESE E’ TRA LE PIU’ ELEVATE IN EUROPA, tenete in conto che lo Stato alla fine non ci perde mai quando concede un finanziamento tramite invitalia perché se anche vi è una parte a fondo perduto questa la dovete comunque restituire con spese di contributi e tassazioni varie.
    4) in estrema sintesi, avviate l’attività solo se l’aveste avviata anche senza il finanziamento, essendo così coscienti che se sarete obbligati di chiuderla dopo pochi anni dovrete restituire quello che comunque avreste speso per l’avvio senza il finanziamento
    5) in ultimo, ma non per ultimo, sappiate sin dall’inizio che se vi troverete in situazioni di inadempienza di qualsiasi tipo con invitalia, fosse anche per un giorno di chiusura anticipata, vi troverete dinanzi una iena senza scrupoli che non vi farà nessuno sconto, è quella parte dell’italia che promuove l’aiuto ai giovani ma poi lascia che marciscano in un sistema in cui se vi è tutela, questa è riservata solo a qualche vecchio in poltrona che comanda dall’alto
    In bocca al lupo e buon lavoro

  52. fra

    Buongiorno a tutti …. vi racconto la mia esperienza:
    – finanziamento con sviluppo italia nel 2004;
    – dopo tre anni cesso l’attività in quanto la redditività era praticamente INESISTENTE;
    – arriva a casa mia il mese scorso la gdf che mi notifica invito con obbligo di presentare documentazione contabile;
    – mi dicono che è tutto il controllo contabile è stato regolare (congruo) …. che succede adesso????
    Mi devo preoccupare vero?????
    Mi arriverà qualcosa da Invitalia???

  53. giovanni

    cosa aspettiamo a formare un gruppo rivolgendosi magari alla federconsumatori o altri enti che ci possano seguire nelle nostre richieste di transazione a saldo e stralcio ho dilazione ecc ecc contro invitalia ex sviluppo italia in modo che si possa essere liberi di poter intraprendere un’altra attività giusto x ricordarvelo siamo cattivi pagatori e non possiamo avere o fare nulla aprire un c/c fare un corso come operatore immobilare ho che comporti il dover movimentare soldi a cui ci vuole la non iscrizione nelle criff e sic quindi bisogna darsi da fare io sono uno dei tanti genitori che cerca di risolvere il problema di mia figlia.

  54. elisa

    salve ho letto tutte le vostre storie….a me è successa la stessa cosa con veneto sviluppo, credo sia più o meno la stessa cosa, prima del prestito ho dovuto anticipare soldi, il prestito è arrivato dopo un’anno, e purtroppo nemmeno io posso chiudere o devo loro la restituzione della somma….ma io dico ma se siamo disposti a pagare il nostro debito perchè se noi chiudiamo siamo costretti a dare tutto indietro, era meglio andare in una banca normale, questa è stata la mia rovina per quanto mi riguarda

  55. Andrea

    Il modo in cui eroga i contributi Invitalia è discutibile, va bene. Ma io mi chiedo: perché tanta gente si sente truffata dal fatto che Invitalia ha applicato una chiara clausola contrattuale che prevede la restituzione del contributo in caso di chiusura prima che siano trascorsi 5 anni.

    Ma insomma: se firmate un contratto di lavoro e poi non lo onorate, se firmate un contratto di fitto e poi non lo onorate, se firmate un qualunque altro tipo di contratto e non lo onorate, con chi ve la prendete? Con Invitalia o con voi stessi?

    • sandra

      caro andrea,nessuno nega di voler restituire il prestito una volta che si ha chiuso l attivita’ in quanto infruttifera ,se non fosse che vengono applicate cifre da usurai,a quanto pare,per colui/lei che effettivamente ha problemi economici vuol dire ucciderlo letteralmente…un compromesso no?..non rispondono a lettere e telefono……in questo ci si sente abbandonati……..sei trattato esattamente come coloro che chiedono prestiti in speculazione e truffa mentre tutte queste persone han cercato semplicemente una fonte di onesto guadagno per sé
      e la propria famiglia .sono delusa, come tutti, dalla incompetenza delle istituzioni e che per disperazione ci porta a tentare l impossibile per la sopravvivenza,tu sai cosa vuol dire?

  56. Fabio

    Sono Fabio e ho avuto lo stesso problema con sviluppoitalia (ora invitalia).
    Attività aperta nel sett 2005 e chiusa nel apr 2008.
    Pagate tutte le rate del finanziamento agevolato.
    Il 10/07/13 mi arriva ingiunzione di pagamento per € 23.000,00 ca entro 30gg.
    Propongo class action e visibilità. E’ pazzesco. Stanno mettendo sul lastrico famiglie già distrutte dalla crisi.

  57. Giovanni
    Salve ho appena ricevuto una lettera in cui devo restituire il fondo perduto di 15000 euro + 9000 euro di interessi per aver chiuso un’attività commerciale prima dei 5 anni, ma solo perchè questa mi ha portato sul lastrico non andando per nulla bene, mentre c’è qualcuno in Invitalia che guadagna 800.000 Euro annui e io dvo andare alla mensa dei poveri?

  58. lucry

    ragazzi un consiglio…………..se non avete immobili…case terreni…etc….non possono fare niente…TRANQUILLIZZATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    nn possono certo legarvi ad una sedia……………….

    • SALVATORE

      e per chi ha una casetta che deve fare? uccidersi?

  59. federica

    presentata domanda a invitalia – sostenuto colloquio x fondo perduto – stretta di mano e lodi x idea originale – …….il nulla !!!!! ad oggi sono passati i famosi sei mesi entro cui il procedimento sara’ concluso (fronte pagina di domanda)…..posso appellarmi all’art.10 sul silenzio assenzo e richiedere l’importo a me dovuto entro questi 6 mesi senza nulla piu’ avere a che fare con invitalia??????

  60. vita

    a me soldi sono arrivate dopo un anno di colloquio, tranquilla, importante saperli gestire dopo.

    • federica

      GRAZIE 1000 PER LA RISPOSTA SAI UN MARITO DISOCCUPATO , TRE FIGLI DA SFAMARE PARENTI STUFI DEGLI AIUTI CONTINUI , MI POTRESTI INSTRADARE SU CME “GESTIRLI” ORA? NON SO A CHI RIVOLGEMI, TU COME HAI FATTO?

  61. vita

    purtropo ancora sto tentando a resistere. attivita va pian piano, perciò ci vuole pazienza. invece di 25000 ho preso 10000 per gestione, considerando che iva paghiamo dalla tasca. quando firmi il contratto , loro vogliono che parti da sola (affitti il locale, apri conto corrente, partita iva.poi mandi tutta la documentazione a loro, poi fra 2-3 mesi ti arrivano i soldi.) deve essere sicura se puoi partire da sola, se fornitori possono aspettare.devi essere pronda aprire il tuo negozio appena arivano il soldi-per non perdere soldi di affitto. puoi partire solo quando hai i soldi sul conto corrente per la tua sicurezza.se non arrivano- perdi solo affito, altrimenti avrai altri debiti. devi essere pronta lavorare senza stipendio qualchè periodo – cherto dipende da attivita che vuoi aprire.

    • federica

      grazie per questa tua risposta …ma sono una donna molto riflessiva e prendo poco consigli ingannevoli (come quelli del mio comercialista che prima prometteva mare e monti invece ora inserisce la segreteria telefonica!!!!)
      non ho conto correte , il locale grazie alla crisi e’ ancora disponibile ma non ho firmato nulla e la signora ogni tanto mi chiama per sapere come vanno le cose…..non anticipo nulla perche’ non ho nulla e non ho ancora aperto la P.IVA perche’ non ho nulla da fatturare. quindi vorrei avere questi soldi per aprire il mio negozio senza dover firmare il finanziamento visto che il tempo e’ finito. DA CHI MI DEVO FARE ASSISTERE SECONDO VOI???? e’ tutto pronto x l’apertura compresa l’inaugurazione e i clienti :)))

  62. dany

    cari signori e signorine, da mamma giovane che sono ho un’esperienza lavorativa in qualità di parrucchiera di quasi 20 anni di lavoro(avevo 13 anni quando ho iniziato), i datori di lavoro in un modo o in un altro hanno fatto i furbi e certe volte tolto l’entusiasmo, per fortuna che a me piace il mio lavoro…. avevo pensato di chiedere il prestito d’onore, ma prima di ognii decisione cercavo di capire come funziona, perchè quando ho chiamato gli uffici competenti mi dicono di andare di persona, ma sai prima di farmi girare come una fritella a favore loro, volevo capire chi l’ho ha ottenuto se veramente ne valeva la pena e se i frutti sperati vi erano…ma hai mè!!!!! ho letto le vostre testimonianze e mi viene da vomitare… corrotti, più mafiosi dei mafiosi, strutture che serve per giustificare le buste paga di chi sta dentro e non per i giovani volenterosi di farcela….. la legge difficilmente è a favore del povero..mai visto storie a lieto fine a riguardo…. ma una cosa che mi vien da fare instintivamente è pubblicare su volantini e distribuirli in tutta italia “non prendete prestito da sviluppo italia, sono usurai legalizzati a farvi morire”,…praticamente non anneghiamo nell’acqua per farci annegare nella merda! bravi!…..propagandare la truffa dietro a questi spettri legali, chi è stato danneggiato deve farsi sentire affinchè altri giovani non ci cascano……piuttosto se voglio aprire mi rivolgerò direttamente a una banca almeno l’usuraio legalizzato sarà uno da gestire e non troppi imbeccilli in giacca e cravatta o signorine con mani perfettamente pittate per mettervela in quel posto……propaganda ragazzi, se nessun giovane non chiederà più un prestito nel giro di 10 anni anche sviluppo italia potrà chiudere battenti, quello che è successo a voi…. allora viva il lavoro in nero a chi cel’ha, almeno compra il latte per ibambini e si tira a campare senza trovarsi indebitato fino al collo…..e a voi giovani imprenditori che avete dovuto chiudere non pensate alla morte come soluzione, nessuno gliene frega niente se siete vivvi o morti indebitando chi resta… questa è l’epoca del demonio, quindi dei soldi, del lusso , dello spreco,se vi uccidete vince il demonio…non lo permettete, lottate crdete in DIO, lui sa come appianare anche le cause impossibili, non siate tristi più di quanto non siate già, questa esperienza vostra ha fatto capire a me che non mi rivolgerò mai e poi mai a nessuna struttura dicesi a favore dell’imprenditoria giovanile, impiegata anche con 6000 euro e sfruttata

  63. dany

    impiegata anche con 600 euro al mese e sfruttata piuttosto lo preferisco, posso poggiare la testa sul cuscino e dormire senza fare incubi di usurai che mi bussano alla porta, ….

  64. miky

    firmate contratti con chiara clausula(non chiusura dell’attivita’ per almeno 5 anni) e poi ve
    la prendete a male se non c’e’ la fate per un motivo o per un altro a rispettarla,mi spiace generalizzare ma sono sicuro che il 70% di voi sapeva benissimo all’inizio che in caso di
    insuccesso non avrebbe potuto o peggio ancora voluto rientrare del prestito erogato a prescindere dagli interessi applicati successivamente e ora vi lamentate….ll’italia e’ stata rovinata molto dai politici e dalle banche ma anche da gente come voi e da chi fino a quando
    le banche erogavano aprivano finanziarie anche per le vacanze alle maldive….

    • SALVATORE

      TUTTO QUELLO CHE VUOI,ma anche leggendoli bene si è spinti a firmare perchè si ha voglia di fare e di essere produttivi, ma se le cose vanno male pur avendo dato tutto,che bisogna fare secondo te ?pagare 30 mila euro tra arretrati e morosità ?nn dico di nn pagare perche’ i soldi sono stati erogati ma nemmeno spuntare dal nulla dopo 4 o 5 anni e pretendere una tale cifra come fossero bruscolini.se per esempio invitalia pretendesse da noi una cifra tra le 7 e le 10mila euro con una rateizzazione tra i 24 e 48 mesi sono sicurissimo che otterrebbero molto di piu’ e riuscirebbero a recuperare molti piu’ soldi perchè un povero cristo sarebbe molto piu’ incline e disponibile a pagare un 200 euro mensili in 3 o 4 NNI PIU’ tosto che terrorizzarlo facendolo piombare nella disperazione pretendendo cifre astronomiche.

  65. silvia

    ciao a tutti! io vi racconto la mia esperienza:31/07/2011 invio il progetto a invitalia (interamente compilato da me, importante non scrivere cavolate);12/09/2011 Colloquio(tutto ok!!);29/05/2012 mi chiamano e mi dicono che il progetto è stato finanziato interamente(purtroppo 3 mesi di ritardo rispetto ai sei mesi previsti, si sono giustificati dicendo che erano in fase di riorganizzazione);13/06/2012 firma del contratto con relative spiegazione da parte di un dirigente di invitalia per non avere problemi(concludere gli investimenti entro 6 mesi dalla stipula del contratto, polizza assicurativa per i beni finanziati ecc..).;14/07/2012 chiedo anticipo per gli investimenti;22/09/2012 mi accreditano il 40% degli investimenti che dovevo realizzare;11/12/2012 il tutor è venuta in sede per redigere il verbale dell’avvenuto investimento;12/12/2012 richiesta saldo investimento;01/02/2013 accredito del saldo investimento;15/02/2013 invio scheda destinazione fondi a invitalia; ora sto preparando la documentazione per la richiesta del saldo gestione che deve avvenire entro 18 mesi dalla stipula del contratto. posso dire che a parte il ritardo della delibera di finanziamento invitalia a rispettato i tempi. Inoltre, ho avuto la fortuna di trovare un tutor e un responsabile preparati e molto disponibili che hanno saputo consigliarmi nei momenti difficili. un consiglio che posso darvi è quello di leggere attentamente il contratto e di essere scrupolosi nel rispettare i vincoli che impongono anche se a volte sembrano assurdi. spero di esservi stato utile….

    • Ciao Silvia in che città hai presentato la domanda..?

      • silvia

        salve signor Di Puccio,
        Ho presentato la domanda in Umbria dove risiedo. nonostante non conoscessi nessuno per fortuna ho trovato persone competenti e disponibili.

  66. Grazie Silvia ma le ho chiesto in quale città, ed inoltre che tipo di attività ha aperto..?

    • silvia

      La città è Perugia, ed ho aperto un’attività di servizi in agricoltura.

  67. cqrmelo

    Salve….l’anno scorso ho acquistato il 50% di una societa che era stata formata 5 anni prima con un prestito di sviluppo italia…dopo quasi un anno ho rilevato tutta la societa…ed essendo una snc con se i suoi debiti….bene oggi la societa e in liquidazione perche i vecchi soci avevano debiti che inizialmente quando ho acquistato non sapevo…e non avendompiu un lavoro non so come pagare cosa posso fare????

    • Puoi farti analizzare il debito che ti richiedono e vedere se c’è qualche anomalie nel calcolo degli interessi, spesso utilizzano una capitalizzazione composta… anche quando non dovrebbero.

      • Carlo

        mi chiedo se siamo tanti in questa situazione, chi ha le competenze non potrebbe mettersi a disposizione, accentrando tutte le situazioni, come hanno fatto coloro che avevano aderito al FRANCHISING di poste, tramite sviluppo italia, ho letto sul sito delle Camera che alcuni deputati del M5S hanno fatto una interrogazione parlamentare.

  68. camera

    Salve, da queste testimonianze si evince che quasi tutti voi siete stati da come affermate trufatti da invitalia, vorrei porvi una domanda
    quanti di voi hanno letto attentamente il contratto prima di firmarlo?
    Perché NON C’è nessuna testimonianza ch’è andata a buon fine?

  69. Eh già Mr Camera (anonimo): Anche noi ci poniamo la stessa domanda… “Perché NON C’è nessuna testimonianza ch’è andata a buon fine..?”

  70. camera

    Mr. Di Puccio Lei ha risposto solo a una delle mie due domande Le sarei gratto se mi desse
    anche l’altra grazie.

    • Remo

      A ragà ma mandateli a fanculo a sti dementi con tutto il bollettino allegato!
      Non cagateli propio, come hanno fatto loro con voi e me!
      Purtroppo in italia abbiamo la camorra del clan equitalia, ma basta lasciargli un bel rotolo di carta igienica come pignoramento e dormirete sereni più di prima.
      A me mi han ciulato con il Franchising, tutto tarocco con business sovrastimati. Tutto un magna magna tra loro e i franchising.
      E ora rivogliono i soldi che si son intascati loro e il franchisor?
      Ma andate a cagare

      • Remo

        Questo link puó esservi utile:
        http://www.primapaginanews.it/dettaglio_articolo.asp?id=143249&ctg=3

  71. Mr Camera ritiene che sia necessario leggere un contratto quando dovrebbero esserci dei tutor che sono pagati per spiegare le cose..? Dia un nome e cognome ai suoi commenti. Grazie

    • camera

      Mr. Di Puccio quando si intraprendono rapporti con enti o privati devono essere sempre
      regolamentati da un atto formale che in italiano si chiama contratto dove all’interno ci sono
      descritti tutti agli aspetti giuridici del caso quindi per rispondere alla sua domanda e sempre
      meglio leggere prima di firmare, inoltre le ricordo che la legge non ammette ignoranze.
      grazie

      • Mi scusi Mr Camera ma se costoro si sentono nel giusto, come mai hanno falsificato la mia firma sui documenti presentati in udienza..?

  72. Gaetano

    CIAO A TUTTI, ANCHE IO NEL 2004 HO APERTO UN ATTIVITA’ PER POI CHIUDERLA NEL 2005 PER MOTIVI ECONOMICI…….L’ULTIMA COMUNICAZIONE L’ HO RICEVUTA NEL 2011 ED ERA UNA DIFFIDA AD ADEMPIERE PER EURO 29000 EURO POI NULLA PIU.
    CIO’ CHE VI CHIEDO E’ QUESTO :
    QUALCUNO DI VOI FINO AD ORA HA MAI RICEVUTO UNA CARTELLA ESATTORIALE PER LA RISCOSSIONE DEL DEBITO,OPPURE UN PIGNORAMENTO DELLO STIPENDIO O ALTRO ?

    ATTENDO VS.
    GRAZIE

  73. Francesco

    A me l’ultima comunicazione l’hanno fatta nel 2012 come la maggior parte dei casi (come si legge qui sopra).Da allora più nulla e la cosa mi inquieta un pò…
    Ma non c’era qualquno che si era rivolto alle iene per mettere in risalto questa questione?
    Che dobbiamo aspettarci?

  74. SALVATORE

    la mia storia è simile a moltiissme altre che ho letto,dico solo che sarebbe ora di fare qualcosa, muoversi,istituire un comitato.nn è certo colpa nostra se la crisi ci ha messo in ginocchio,invitalia rappresenta lo stato che dovrebbe aiutare il cittadino nn seppellirlo.come al solito i potenti la fanno sempre franca, i poveri cristi come noi pagano sempre, vorrei almeno sapere se invitali puo’ vantare diritti sulla mia unica e umilissima casa.GRAZIE.,

  75. gioia angiolini

    Ciao a tutti, volevo sapere, visto che anche io sto avendo problemi con Invitalia (aggravati dai problemi con la mia -quasi- ex socia), se qualcuno conosce la banca (o le banche) a cui fa capo questa truffa…
    Grazie.

  76. matteo

    c è da rabbrividire

  77. miky

    avete voluto fare il salto piu’ lungo della gamba quindi ora siete nella ca..a,non ci si
    improvvisa imprenditori quando non se ne hanno le conoscenza e la capacita’ e soprattutto capitale disponibile in caso di insuccesso…a gia
    dimenticavo tanto i soldi investiti non erano neanche vostri……

  78. Elisa

    Facile parlare dall’esterno e puntare il dito per qualcuno a cui è andata bene.Peccato che chi era pagato per valutare i nostri progetti e le nostre capacità non ha fatto bene il suo lavoro…. Ps: erano fondi destinati a giovani imprenditori che non avevano la possibilità di aprire un’attività da soli figurati il “culo parato”… Se avessimo avuto le spalle coperte non ci saremmo certo rivolti a loro… Metti in moto i neuroni prima di sparare sentenze!

  79. matteo

    concordo con miky, poi ci lamentiamo della politica , prima di aprire un attività si deve pensare seriamente , ho letto di un apertura di una videoteca nel 2010, ma come si fa con internet oggi ad aprire un attività del genere

  80. miky

    cara elisa se i neuroni li avessi messi in moto tu adesso non saresti nella ca..a e esserlo in questo momento storico italiano e non avere il (culo parato come hai scritto tristemente tu)vuol dire essere alla frutta

  81. miky

    dimenticavo penosa la tua giustificazione sull’insuccesso,anzi proprio ridicola io comincerei a risparmiare e togliere internet i debiti non pagati aumentano a tassi di usura,non ci si improvvisa imprenditori perche’ non c’e’ lavoro!!!!!!

  82. Elisa

    Buongiorno!!! Svegliamocci ragazzi: l’Italia è alla frutta!!! Ma che ci entrate a fare in gruppi come questi se non avete suggerimenti positivi da fare se non quelli di “pagare il debito”? Ke geniacci! Complimenti! Qui c’è bisogno di una mobilitazione e non di gente come voi che venga a mettere il dito nella piaga.

  83. Francesco

    Hai ragione,ma cosa suggerisci di fare?
    Tu come ti sei mossa?

  84. Elisa

    Al momento l’unica “soluzione” sembra quella di non avere intestato nulla.. A quanto pare il debito rischia di diventare cartella esattoriale, ma la notizia non è accertata. Ho consultato più di un avvocato e tutti concordano su quanto detto prima. Sembra siamo destinati ad essere “latitanti”…. Perseguitati come criminali….

    • Francesco

      Ma equitalia c’entra?
      Anche non avendo intestato nulla,per quanti anni si può rimanere in questa situazione?
      Ma con l’Italia che va a rotoli solo noi non dovevamo chiudere?

      • miky

        equitalia e’ una sanguisuga che ti resta attaccata tutta la vita,vai pure all’estero ma sei hai residenza ma anche li arriveranno le cartelli con i corposi interessi….tante ditte chiudono ma per fortuna non tutte per debito,magari si accorgono che il gioco non vale piuì la candela…I PROBLEMI SONO I DEBITI LO VOLETE CAPIRE????

  85. miky

    in italia se sei piena di debiti ma se non hai busta paga o beni intestati vivi piu’ tranquilla di un padre di famiglia operaio con mutuo e 2 figli piccoli…..altre soluzioni elisa oltre alla “latitanza”non ci sono…sempre che in un modo o nell’altro decidi di pagare il debito…dimenticavo essendo stata segnalata al crif per tutta la vita non potrai piu’ ottenere prestiti(che sculo eh….)sinceri in bocca al lupo

  86. miky

    cmq finiscila di lamentarti elesa c’e’ gente che si e’ indebitata fino al collo magari partendo da piccoli risparmi personali o familiari,a te ti sono caduti dal cielo….

  87. miky

    oppure puoi cercare un buon avvocato,fatti passare per persona incapace di intendere e volere e forse….la tua bella firma sul contratto da te letto(spero)e firmato con sviluppo italia o invitalia puo’ essere annulato ah ah…cmq parlo serio in bocca al lupo^^^^

  88. avete bisogno di un prestito molto urgente se si mandaci una email subito : (georgeanderson.loanfirm255@gmail.com)

  89. Elisa

    Non mi lamento affatto, il dado è tratto, non ho bisogno del tuo sostegno ne del tuo in bocca al lupo ne tanto meno del tuo inveire che te lo puoi ficcare su per il “dove non batte il sole”. Ti auguro tanto di non essere mai “incapace di intendere e di volere” come noi altri… poi saremmo noi a ridere. Ma non succederà perché tu sei dritto … p.s.: perché non vai a farti un giro a moralizzare qualche altro gruppo di sfigati se non hai meglio d nulla da fare, perbenista fuoriluogo!?

  90. gabriele

    ciao, sono un giovane ragazzo (disoccupato) in procinto di presentare domanda ad invitalia per aprire un’impresa individuale nella mia città. Ho letto l’intero blog e devo dire che non leggo nulla di rassicurante!!! cosa mi consigliate di fare?????? conviene o no rivolgersi ad invitalia? nessuno ha avuto esperienze positive?

    • Andrea

      Se devi fare un attività pondera la situazione prima e inizia con poco 😉

  91. Carlo

    oggi mi è arrivata la cartella di equitalia, dopo 14 anni.
    premesso che ogni situazione è soggettiva, la parte oggettiva è la domanda di fondo, il comportamento di una società dello stato è legittimo,?
    Io personalmente preparo il mio dossier e invio ai parlamentari del M5S, di cui sono iscritto, primo per verificare l’operato di questi signori, e se come leggo la maggior parte dei finanziamenti non sono andati a buon fine è il caso che invitalia società pubblica chiuda.

  92. miky

    che brutte parole in bocca ad una fanciulla,io non mi permetto di moralizzare nessuno certo che leggendo i tuoi discorsi(^allora potevo andare in banca a chiedere il prestito se ora devo restituirlo con gli interessi^)si capisce la tua inteligenza:sveglia bambina siamo nel 2014 guarda se trovi chi ti mantiene che dai discorsi che fai mi sa che vai poco lontana….stacca internet e cerca di pagare il tuo debito…sulla capacita’ di intendere e volere se ti senti offesa la ritiro ma di sicuro non sai leggere visto che tu hai firmato il contratto con le chiare clausule….certo ma che te ne fregava a te interessavano solo i soldi e poi chi se ne frega noo???in bocca a equitalia

    • sotiris66@hotmail.it

      Menagramo a te la malapasqua !
      Sent from my BlackBerry® wireless device from WIND

  93. miky

    dimenticavo come ti ho gia detto sei marcata a vita e’ quindi mai piu’ nessun istituto ti fara’ piu credito,e’ per te credo sia un bene perche’ ricordati i debiti non si pagano con altri debiti,mi raccomando non ti rivolgere agli strozzini,in italia non vai in galera per debiti ma se ti rivolgi agli usurai puoi finire male davvero…..un consiglio se non li trovi nell’ambito familiare o degli amici puoi sempre fare il mestiere piu’ antico del mondo sempre che tu abbia le fisic du role

  94. Francesco

    Caro Miky,visto che non sono fatti tuoi vai a commentare altrove,non capisco perchè tu debba intervenire per cose che non ti riguardano.
    Sei un vero gentilmen,complimenti.
    E non sono gradite ulteriori tue risposte a cose che non ti riguardano,grazie.

  95. miky

    francesco siamo in democrazia io intervengo quando dove e come mi pare senza offendere nessuno,caso mai rispondo a dovere a chi mi offende.se l’italia va male molto e’ colpa dei politici ma anche della gente come voi…..ciao francesco

  96. Francesco

    Bè ti piace anche molto generalizzare e provocare a quanto vedo!
    Sappi che io ho pagato tutto ciò che dovevo e ho chiuso dopo 4 anni e mezzo per il semplice motivo che la clientela latitava di brutto,se la gente non ha denaro e non compra tu sei costretto a chiudere.
    Non puoi mica tenere aperto a girarti i pollici.Se poi hai idee geniali per salvare ogni piccolo imprenditore sviscera pure la tua saggezza.
    Tu di bello cosa fai?
    Illuminaci che ti seguiremo,grazie.

  97. miky

    dove e’ il problema?tanta gente e’ costretta a chiudere,il problema e’ che tipo elisa si lamenta perche’ deve ridare indietro i soldi elargiti con gli interessi ma quando ha firmato la clausula non l’ha letta??rileggiti gli interventi la prima ha offendere e’ stata lei…su cosa faccio io di lavoro non e’ inerente all’argomento,ciao bello

  98. Francesco

    Anche io devo ridare indietro tutto + gli interessi,dopo avere già pagato tutto!
    Non è una truffa legalizzata questa?
    !0000 euro solo di interessi!!
    E’ lecito secondo te?
    Viva gli strozzini allora…

    • no di sicuro puoi farti analizzare il debito perchè gli interessi saranno capitalizzati erroneamente

  99. miky

    hai ragione francesco cmq se il problema sono io non interverro piu’ basta che non mi citate piu’,sinceri in bocca al lupo ciao francesco

  100. Elisa

    E dopo tutti i geniali consigli elargiti ora finalmente si congeda. Certo che ne hai di faccia tosta….
    Comunque, premesso che il mestiere più antico del mondo puoi consigliarlo a tua madre, ti schiarisco le idee:
    -3 euro al mese d internet se le può permettere anke un barbone;
    – il debito non lo pagherò mai perchè tutti quei soldi nn li avrò mai;
    – non mi rivolgerò mai agli strozzini, ovviamente questo grazie al tuo luminare consiglio.
    Ps: non preoccuparti il “problema” purtroppo non sei tu…. Che lo avremmo risolto….
    Per tutto il resto non credo di dover dare conto ad un figlio di papà sul mio operato e su come debba risolvere questa situazione. Qui si cerca una soluzione concreta, se mai ci sarà, non faciloroni quanto retorici consigli.

  101. miky

    3 euro al mese di internet????cosi poco ma che hai chiesto un contratto particolare…?hai letto bene questa volta le clausule senno poi rinizi ha frignare…….la soluzione concreta e’ solo una pagare i debiti altre non c’e’ ne sono hai firmato te mica io….se non hai i soldi problemi tuoi vuoi trovarli qui???mia madre non ha problemi di fare marchette non ha mai fatto i passi piu’ lunghi della gamba e mai ha chiesto soldi in prestito….quindi visto che cerchi soluzioni eccole:se non vuoi pagare non piagnucolare tanto soluzioni non c’e’ ne sono,se vuoi pagare o fai marchette o cerchi soldi nell’ambito familiare….se ti interessa poi ho 2 case e un paio di 100.000 euro in banca tutti guadagnati con molta evasione fiscale ahhhhhhh……..pero’ non ho debiti ciao bella

    • sotiris66@hotmail.it

      Conosciamo il tuo ID,avrai visite dalla GdF spaccone !
      Sent from my BlackBerry® wireless device from WIND

  102. miky

    tanto allo stato visto come si comporta bisogna pur metterglielo in c..o o vuoi solo prenderlo come hanno fatto con te…….

  103. Elisa

    A tua madre magari piace fare marchette per hobby… Mica per soldi…
    D’altronde con un figlio così che t aspettavi? Evasione fiscale??? È vieni a a fare il perbenista qui? Ahahahahaha….Complimenti sei lo specchio del “perfetto” cittadino italiano. Grazie ma la mia soluzione al momento è quella di non pagare, per il resto si vedrà….Ti saluto drittone, ora potresti andare gentilmente a cagare?

  104. miky

    vedi quanto sei stupida elisa magazziniere 1100 al mese,dico con la tua testa da gallina penseresti di aprire un attivita’ in proprio senza evadere con lo stato italiano??ciao puttanella cogliona,credulona e rovinata a vita

  105. Elisa

    Wow! Il pesciolino ha abboccato e finalmente è uscito allo scoperto rivelando la sua vera natura. Ora è proprio giunto il momento di salutarci…. Ma che galantuomo… Uno sfogo di finezza. Ti saluto idiota credo non valga più la pena risponderti, la gente come te merita solo di essere ignorata. Ora prego stupido indisponente, rispondi pure, ti lascio con piacere il “privilegio” dell’ultima parola

  106. miky

    l’ultima parola e’ un sincero in bocca al lupo per il tuo futuro,ne hai bisogno visto la situazione,hi little girl

  107. miky

    dimenticavo rileggi tutti gli interventi e’ guarda chi ha offeso per primo,in bocca al lupo per tutto

  108. Mirko

    Ho trovato questo link dopo tanto vi racconto la mia esperienza con sviluppo Italia nel 1999/2000 cerco di presentare un progetto che per fortuna passa subito arrivo dopo la prova del colloquio è tutto l’iter di formazione
    Arrivo alla fatidica firma dell’assegno ma il momento giusto prima di accettare assegno firmare ci sono le contratto per i seguenti motivi:

    Uno dovevamo essere nullatenente disoccupati
    Due 50 milioni di lire a fondo perduto che invece no 30 di cui 20 dovevi tornare
    L iva di tasca tua..

    E quindi ancora dover avere la locazione del locale di cui minimamente chiedono tre mesi anticipati
    Contratto della luce e telefono ovviamente attivo
    Prima di erogare denaro aver approvato dei preventivi e tempi di consegna

    Al momento della firma o quello che era …..
    appena arrivava l’assegno comincerei a spendere e ordinare tutto il materiale attendendo che ti arrivasse il resto…
    Ma servivano dei mettere in tasca tua alterigia i fornitori sulle spalle che avendo l’affitto e tutte le spese da fare non doveva essere nullatenente disoccupato
    Ma zio paperone non lo avevo per prestar i i soldi…
    Così tutto questo mi è passato per la testa il momento prima di firmare e per fortuna ho firmato in maniera di rescissione..

    Morale in 15 anni ho lavorato per aziende fino adesso ho fatto lo stesso quello che Bologna fare allora purtroppo guadagnando di meno forse…
    Risultato dei corsisti che come me hanno fatto questo finanziamento….
    Su 20 persone 15 sono arrivata la firma di cui 15 tre hanno chiuso pochi mesi dopo…
    Il restante nel giro di un anno…
    Uno solo nei primi tre anni….
    Di tutti questi ne è rimasto uno che avendo già il locale di proprietà avendo già i clienti avendo già un parente che gli prestò i soldi riuscita andare avanti

  109. Nunu

    Salve, mi trovo anche io in questa situazione. Ho avuto il finanziamento da SI nel dicembre 2004, euro 25.800 acquisto beni + 5.000 per la gestione del locale. Ho restituito tutto il piano di ammortamento 16.000 facendomeli addirittura prestare. Ho chiamato più volte Invitalia per essere aiutato e per avere una soluzione per uscire, ma non ho mai ricevuto aiuti.
    Purtroppo l’attività non è mai andata bene, sempre sotto ogni mese, alla fine in preda alla disperazione ho chiuso dopo 4 anni e 6 mesi nel giugno 2009, e mi sono trasferito. Ora a distanza di quasi 4 anni e mezzo dalla chiusura mi chiama la finanza per informazioni.
    Premesso che solo oggi mi sono reso conto dell’errore che ho fatto, cosa posso fare per minimizzare i danni?
    Qualcuno può aiutarmi? Mi dite come sta procedendo nei vostri casi.

  110. martina

    Ciao a tutti io avevo intenzione di affidarmi a invitalia ma dopo aver letto tutte le vostre testimonianze credo proprio che non lo farò. Ma che schifo ma siete riusciti a contattare le iene? ??? Si è vero che il vincolo dei 5 anni è esplicito ed evidente ma credevo nel caso in cui si fosse chiusa l attività prima di questo tempo sarebbero stati disposti a mediare. . Invece leggo solo disperazione e mi dispiace tantissimo 😥

    • Lisa

      si è così, non chiedere assolutamente agevolazioni da invitalia!!

  111. miky

    martina c’e’ scritto tutto e chiaramente daccordo sulle mezza truffa ma siete voi che firmate quindi a meno che non siete incapaci di intendere e volere e’ tutto legittimo anche i vostri piagnistei

  112. Dora

    Buon giorno
    Anch’io come molti di voi sono caduta nella rete di Sviluppo Italia poi Invitalia,come quasi tutti mi sono fidata ,pensavo che l’aiuto dello stato fosse un a aiuto alla persona in difficoltà e non un aiuto alle banche come invece si è verificato. Questo contratto è fatto sicuramente molto bene e garantisce tutto dalla parte di chi eroga il finanziamento e niente dalla parte di chi ha veramente bisogno di aiuto, Per avere il finanziamento oltre al progetto devi avere anche i soldi iniziali , perchè sviluppo italia prima di darti i soldi vuole la prova che tu li hai già spesi per mettere in piedi la tua attività, quindi come è successo alla maggio parte delle persone ,sono stati chiesti alle banche dei prestiti, così dopo pochi mesi di attività ci siamo ritrovati tutti a pagare mensilmente 2 prestiti oltre alle normali spese di gestione …..E’ chiaro e prevedibile con una alta percentuale il fallimento dell’impresa, lo dico ora che ho sperimentato la cosa, ma allora non riuscivo ad immaginarmelo , nessuno mi aveva spiegato il meccanismo e scoprivo le cose giorno per giorno quando mi arrivavano le comunicazioni ,ho avuto solo un controllo di sviluppo italia dopo pochi mesi dall’apertura della mia attività , e poi nessuno si è più visto ne sentito. era veramente difficile essere precisi e puntuali rispettando le scadenze dei pagamenti, nessuno si è dimostrato comprendere il problema , e così gli interessi di mora maturavano su tutto esponenzialmente .Ad oggi posso dire che aprire l’attività a me è costato 25.000 euro del primo prestito chiesto alla banca ,più 25.000 euro del secondo prestito di sviluppo italia . dopo solo 1 anno di attività non riuscendo a pagare tutto mi sono fatta prestare da mia madre 10.000 euro e dopo un’altro anno non ce l’ho più fatta , ho dovuto chiudere l’attività e chiedere un altro prestito alla banca di 30.000 euro per saldare tutti i piccoli e grandi debiti accumulati , in quest’occasione ho chiesto ad invitalia di farmi il conto totale di quello che io gli dovevo ,intendendo tutto compreso il fondo perduto visto che tutto quanto finanziamento e contributo adesso venivano gestiti da Invitalia e non più separatamente, cioè sviluppo italia gestiva il contributo a fondo perduto e invitalia gestiva il finanziamento a tasso agevolato… avrei pagato in un unica soluzione , il conto mi è stato fatto ed io ho pagato ..Successivamente mi è stato comunicato che io non dovevo più niente a invitalia. Non era così , dopo 6 anni invitalia mi comunica che devo restituire il fondo perduto che al tempo era di 9.000 euro circa, ed adesso, invece, maturati gli interessi è più di 20.000 euro … Non so come dire ma io mi sento veramente truffata , al di la delle tante cose che si dicono col senno di poi compreso che sono stata molto ingenua e mi sono fidata dello stato che credevo un padre affettuoso e generoso, mi sento veramente in un mare di squali, lo stato da alle banche a fondo perduto una quantità di soldi che non riesco nemmeno a scrivere , ma le banche non fanno certo opera di beneficenza con quei soldi, infatti con quei soldi danno prestiti , alla povera gente che si ammazza per pagare mutui con tassi di interesse tutt’altro che agevolati…..Cosa fare? ci vorrebbe una rivoluzione……Dopo tutto questo che ho scritto quello che mi chiedo è se qualcuno di voi ha fatto qualcosa contro invitalia , per non pagare interessi di mora sopratutto, ?

    • Be davvero increscioso come avvenimento tuttavia non le pare strano che se il capitale da restituire è di 9.000€ lei di interessi dovrebbe pagare 20.000€?? direi che e più del doppio del capitale quindi ictu oculi un tasso sopra quello di soglia… se ha bisogno, con la documentazione in mano, può inviare una mail a veridiacons@gmail.com posso gratuitamente fare una pre analisi per valutare una difesa adeguata e opporsi alla richiesta. se ci saranno delle evidenze reali si potrà valutare il da farsi. Saluti Dott Canonico Antonio

  113. Ross

    Ciao, ho avuto anch’io problemi con Sviluppo Italia per un finanziamento che feci nel 2001. Ho ricevuto l’ingiunzione di pagamento a giugno 2012 come molti di voi, non ho pagato perché non ho ovviamente tanti soldi da dare in un’unica soluzione e da allora non ho saputo più nulla. Provai a chiedere un compromesso scrivendo a invitaliae proponendo di pagare la metà dell’importo ma mi risposero molti mesi dopo dicendo che non era possibile e che avrebbero passato la pratica a Equitalia (??).
    Che fare? Voi avete trovato qualche soluzione o avete saputo se possiamo procedere in qualche modo?
    Sono molto grata a chi riesca a darmi una risposta. Sono molto in ansia.
    Grazie.

  114. Almeno voi avete avuto risposta!!! io ho presentato domanda finanziamento nel marzo 2013. A dicembre 2013 ho effettuato colloquio presso gli uffici Invitalia di roma. ad oggi ancora nessuna risposta nonostante i numerosi solleciti. al numero del centralino rispondono operatore indottrinati a fornire la solita motivazione: “Siamo in fase di ristrutturazione finanziaria, ci scusiamo per il ritardo. riceverà raccomandata A/R circa l’esito appena possibile”. Peccato che questa risposta me l’hanno gia data a luglio 2013!!

    legge 241/90 danno da ritardo nella P.A. – innterò causa quanto prima.

    secondo le disposizione di legge l’iter del procedimento amministativo deve concludersi entro 6 mesi dalla trasmissione telematica dell’istanza di richiesta agevolazioni. Termine per me scaduto ad Agosto/settembre 2013.

    nel frattempo però, nonostante le loro fantomatica e perenne ristrutturazione finanziaria, sono riusciti ad aprire nuovi bandi per finanziamento attivita senza concludere i procedimenti delle pregresse istanze….morale della favola non ho ancora aperto attività e gia ho speso oltre 15.000€ (5.000€ acconto franchisor Fotodigital discount che è latitante e completamente disinteressato alla causa, 950€/mese da settembre 2013 per affitto locale + 3 mensilita anticipate a titolo di caparra)

    mi piacerebbe sapere se qualcuno ha presentato domanda nel 2013 e è riuscito a concludere qualciosa!!

    mi piacerebbe sapere se qualcuno ha avuto a che fare con quei balordi di fotodigital che precedentemente ho erroneamente difeso (PS: sono stati loro a dirmi che l’iter invitalia si sarebbe concluso nel giro di 8/10 mesi dalle loro esperienze!) e che ora con i miseri 5.000€ di acconto ricevuti non si degnano neanche di una chiamata…potrei farlo io e spesso ci ho pensato ma voglio vedere fino a che punto sono cosi attenti ai nuovi affiliandi.
    Un consiglio, dimenticatevi di fotodigital discount almeno per aprire con invitalia.

    Grazie a tutti per l’attenzione.

  115. Lu.

    05/2014// Dopo aver chiuso l’attività prima dei 5 anni previsti, per i soliti problemi di anti-economicità, mi sono ritrovata con l’accusa di malversazione ai danni dello stato e la raccomandata vessatoria di Invitalia che rivuole i suoi 6500 circa con oltre 6700 di interessi di mora, totale 13.700.00. Ho fatto scrivere al mio legale, dopo ben 6 mesi, Invitalia mi ha degnato di risposta ribadendomi che vuole i soldi con gli interessi, l’unico beneficio che mi dà è il pagamento del 20% anticipato e la dilazione in 14 rate mensili. Che buoni!!! Per quanto concerne la malversazione ai danni dello stato, mi hanno regalato una bella multa di 2500,00. Che dire, questo è l’Italia, se la prende con la povera gente che ha una cosa che lo stato ed i suoi rappresentati non hanno e non avranno mai, la moralità!!! Pagherò tutto con l’aiuto di mio marito, ma con l’augurio che questo mondo di Cacca Italiano cambi, non per noi, perché oramai la nostra mezza vita di merda l’abbiamo fatta, ma per i nostri figli che non hanno colpa, ma sono pur sempre vittime di un governo assente ai problemi della gente. Una di voi

  116. Condor

    SE PARTITE SENZA FONDI PERSONALI PARI ALL’IMPORTO RICHIESTO:

    Non fatevi ingannare dal fatto che per il saldo potete presentare fatture non quietanzate (ovvero non pagate) e poi aspettare tranquilli il saldo invitalia per pagare i fornitori, dato che i fornitori non vi rilasceranno MAI fatture gratis, dato che loro, a prescindere dal fatto che siano incassate o meno ci pagano sopra l’iva e ordinano la merce.
    Uno direbbe: semplice, do il 40% (ricevuto come anticipo da invitalia) ai fornitori, magari concordando il saldo a distanza di 6-7 mesi così da poter entrare in possesso delle fatture da presentare a invitalia per richiedere il saldo del finanziamento.
    Peccato che il saldo potrebbe arrivare dopo parecchi mesi, c’è chi dice 6, chi 10, chi 14 chi di più, e potreste ritrovarvi nella situazione di dover chiedere un finanziamento esterno per pagare i fornitori infuriati (giustamente) per colpa di invitalia che se la prende comoda.
    Fossero regolamentati con date rigide le erogazioni dell’investimento non si porrebbero problemi, peccato che nella realtà… siamo sempre in Italia.

  117. Mario

    vorrei aggiungere anche la mia esperienza per quanto diversa.
    Io il finanziamenti dell’allora IG l’ho ricevuto nel 98 ma purtroppo la mai attività è stata oggetto di furto per ben 3 volte anche dei beni assicurati della società in questione e di una truffa a molti zeri (tutto documentato), Non hanno mai risposto alle mie richieste, non si sono rivalsi sull’assicurazione e io per continuare l’attività ho dovuto stipulare mutui e debiti personali. Ho chiuso l’attività dopo 10 anni, pieno di debiti e senza avere mai il piacere di un contatto da parte loro. (a me non hanno mai risposto, ma forse esseno io di un altro scaglione non meritavo tanta attenzione). La mia soddisfazione consiste nel fatto di aver saldato tutti i fornitori senza dimenticare nessuno.
    Poi mi arriva prima una raccomandata di Invitalia con dicitura “secondo invio” (ma il primo si è perso da qualche parte?) in cui mi si informa che mi è stato revocato il prestito nel “2003” e ora la cartella esattoriale di equitalia. Per contestare la cartella devo eseguire un versamento preventivo di oltre 3000 euro e richiedere di spostare il foro competente da Roma al tribunale della mia città. Fortunatamente al momento ho un lavoro che mi permette di pagare gli altri miei debiti. Mi chiedo come mai non c’è stata rivalsa sull’assicurazione e come si può comunicare la revoca di un prestito oltre 10 anni dopo la sua concessione. In ogni caso ho intenzione di seguire tutti i casi di giudizio e in ultima analisi lascerò che mi pignorino lo stipendio. Sarà una dilazione migliore di quella concessa da Equitalia. E gli altri debiti attenderanno. Se avete consigli da condividere ne sarò lieto.

  118. SILVIA CABRAS

    Ciao a Tutti Mi chiamo Silvia. Ho aperto una attività nel ben lontano 2001, tramite il prestito d’onore, sembrava tutto perfetto; sviluppo italia che valutava le ns richieste e se le ritenevano idonee e produttive avrebbero concesso il prestito, sai far valutare da esperti se un’attività puà essere proficua o meno è molto importante. Mi accettano i finanziamento, frequanto un corso di 30 gg dove i consulente avrebbe dovuto guidarci nell’acquisto e nell’apertura del negozio …e dopo finito il corso ecco che tutto si apre. l’attività non andava, le mie dichiarazioni dei reditti era sempre 0 se non meno di 0 alla fine dopo circa 3 anni chiudo. ero giovane e inesperta, appena diplomata e già nel mondo dei ” casini” avevo paura di tutti questi debiti, specie questo di sviluppo italia ben 45 000 000 + 10 000 000 ….ora ne vogliono indietro 39 000 € insoma 11 mila € in più ( missa di usura) . non ho avvisato con a\r la chiusura del mio negozio, però posso dirti che anche loro non si sono mai fatti sentire se non con raccomandate chiedendomi i soldi. La mia P.Iva è ancora aperta, inps e tutto il resto è chiuso regolarmente da anni, quindi penso proprio che loro mi chiedano i soldi solo perchè non ho mai pagato una rata, come avrei potuto se affitto e tanto altro l’ho pagato di tasca. Io sono solo una cosa le persone che ci hanno messo come consulenti erano degli incapaci. Proprio ieri ci mi è arrivata la cartella tramite equitalia. ….la mia domanda è ho i requisiti per potermi opporre? infondo io non ho mai contestato con a\r …per mia ignoranza e per paura …Ora inoltre non sarei proprio in grado di pagare anche perchè soffro di 2 malattie croniche invalidanti ( ma purtroppo non ancora riconosciute dal ministero della salute: morbo di crohn e endometriosi) 1 settimana su 4 sto male nessuno vorrebeb una come me come propria dipendente. E poi non ho nessuna voglia di pagare per principio perchè mi sento presa per i fondelli.
    p.s: prima di ammalarmi ho lavorato ( gioco del destino) presso un recupero crediti, ogni tanto per sfizio un amico mi fa lavorare delle pratiche a casa …sono comunque molto esperta ho iniziato nel 2004 dop oaver chiuso l’attività .

  119. Antonio

    Salve: Appena ricevuta cartella equitalia. Invitalia mi chede la somma di 38.385,75€. Io il famoso prestito d’onore l’ho ricevuto nel lontano 1998 ma non mi hanno mai elargito i 10.000.000 di magazzino per il 1° anno di attività. nel 2004 ho chiuso l’attività ovviamente perchè è andata male, e ricordo che comunque il contratto prevedeva che 40.000.000 erano a fondo perduto 20.000.000 da restituire in 5 anni (non sono riuscito a restituire) e se non onorovi tale restituzione, loro prendevano i beni da te aquistati. Ora mi chedo: perchè non si sono ripresi i beni? Comunque se facciamo bene i conti; loro non mi hanno dato i 10.000.000 per il primo anno di attività io non ho restituito 20.000.000 a questo punto dovrei restituire 5000€. perchè me ne chedono 38000? Comunque ovviamente non mi ammazzo come fanno altri. Al limite ammazzerei, ma non arrivo neanche a questo. Ho un lavoro guadagno 1000€ al mese, 700 di affitto, nullatenente e quindi non possono nemmeno pignorare lo stipendio. Rimane il fatto che ti creano un nervoso indescrivibile sti stronzi. Sarebbe bastato che si fossero preso (come prevedeva il contratto) l’attrzzatura da me aquistata per l’attività.

  120. offerta di prestito

    Avete bisogno di un prestito urgente? Se sì contattateci al (georgeanderson.loanfirm255@gmail.com) per ulteriori informazioni.

  121. peppino

    CHIEDO aiuto per poter recarmi presso la sede principale di INVITALIA di Roma.
    PS non li conosce nessuno

    • Gionni

      Salve sig.Corrado ha che punto è la sua pratica? Ha ottenuto qualcosa?
      Grazie
      Giovanni

      • Sono ancora in ballo tra tribunali e avvocati.

  122. GOKU

    A TUTTI QUELLI CHE HANNO QUESTO PROBLEMA NON DATE UN CAZZO A STI BASTARDI!!!!
    INVITALIA VAI A FARE I BUCCHINI!!!!

  123. Davide

    Salve a tutti… Io sono caduto in questa trappola… Ho fatto una pratica per aprire e dopo essermi provvisto di tutti i documenti per spedire la pratica l’ho inviata.. Dopo 5 mesi sono stato chiamato al colloquio.. Dopo tre mesi mi mandano la risposta e mi scrivono che non ho i requisiti per poter accedere alle agevolazioni… Dopo aver fatto per 11 anni quel mestiere e dopo aver fatto durante questi anni corsi di formazione per migliorarmi… Quindi dico a tutti quelli che hanno intenZione di chiedere dei finanziamenti di farlo con le proprie forze… QUESTI AIUTI SONO UNA PRESA IN GIRO…

    • Marco Astolfi

      Hai ragione una trappola per topi!!!

  124. Marco Astolfi

    EROGANO FONDI A FRATELLI E SORELLE, UNO CHIUDO L’ALTRA RIAPRE LA STESSA ATTIVITA’ STESSO LOCALE…… FONDI MESSI IN TASCA SENZA SPENDERE UN EURO IN QUANTO L’ATTIVITA’ GIA’ ERA APERTA!!!!!! POI ARRIVA UN PULITO CITTADINO E VIENE RESPINTA LA PRATICA!!!!!!! SIETE UNA NULLITA’!!!!!! SIETE UNA GRANDE PRESA IN GIRO!!!!! VERGOGNA!!!!!!!

  125. Per cortesia un aiuto. Con quale compagnia assicurativa avete stipulato la polizza furto e incendio sui beni finanziati?? potete dirmi quanto avete pagato il premio e su quale importo assicurato? Grazie mille

    • enrico

      La polizza io l ho fatta con HDI assicurazioni che hanno polizza chiamata proprio invitalia…su circa 30.000€ ho pagato il premio unico di circa 300€ per 5 anni.

      Io dopo iter travagliato ce l’ho fatta..che ha bisogno di info mi contatti pure info@tribecastudio.it

      Ps..l iter tra domanda e erogazione a me ha impiegato circa 2 anni quindi attenzione alle valutazioni!!

  126. Lorenzo

    Ciao Corrado, mi piacerebbe sapere se hai risolto o se eventualmente sai indicarmi una via di uscita. Lorenzo

  127. Jacopo

    Ciao, sono Jacopo.
    Anche io mi trovo nella stessa situazione, revoca finanziamento e richiesta rimborso per oltre ventimila euro. L’attività è fallita, chiusa. Non ho una lira e neanche un euro. Vale la pena fare opposizione tramite giudice di pace ?? Io nn posso pagare .Cosa succederà ??

    • Francesco

      Mi piacerebbe saperlo anche a me,ma solo il tempo ci aiuterà a capire.
      Certo se non si ha nulla intestato e non si ha un euro non potranno prendere nulla…
      Ma sta paranoia rimarrà fino a quando?

  128. giuseppe

    Ciao, dopo 11 anni dalla chiusura della mia attività(quasi 3 anni di lavoro) si sono fatti vivi con un’ingiunzione di 37000 euro. C’è qualcuno che si è accordato con questi signori, e quindi se ne è liberato???

    • stefano

      credo proprio che non devi nulla, visto che il credito è caduto in prescrizione

    • Maria Teresa Rampino

      Ciao Giuseppe, 11 anni dalla stipula del contratto? Oppure dall’erogazione del prestito?
      Grazie .

    • Peppe

      Buonasera,
      Mi chiamo Giuseppe.
      Nel 2004 (ottobre) ho avviato un’attività commerciale chiusa per mancanza di affari nel novembre 2006.
      Ho usufruito delle agevolazioni di Sviluppo Italia, e non ho mai onorato il debito creato dalle agevolazioni.
      In questi anni nessuno si è mai fatto sentire ed io ho anche cambiato residenza, ma nella vecchia(casa dei miei genitori) non è mai arrivata nessuna comunicazione, tranne ieri.
      Mi arriva una raccomandata ( atto giudiziario) da Invitalia che mi intima la retiyuzione delle soomme.(tramite bollettino postale) di oltre 35000€
      Facendo 2 conti sono passAti più di 10 anni, come è possibile agire?
      Grazie
      Buon lavoro

  129. Francesco

    Passeranno tutto a equitalia e si aggiungeranno altri interessi…
    Qui o si paga o difficilmente ce se ne libera,purtroppo.

    • tony

      Vorrei sapere se qualcuno ha presentato domanda ad invitalia “marzo 2015” ed ha gia’ avuto delibera!

  130. Maurizio

    Ho chiuso la partita iva solo un anno prima della scadenza, non ho venduto i beni che sono ancora tutti in mio possesso. Non importa, la guardia di finanza si e’ diligentemente presentata contestando il tutto è chiedendo i 25 mila comprensivi di 11 mila di interessi. Solo dopo ci si accorge delle clausole vessatorie del contratto che firmi e degli interessi da usuraio che richiedono se recedi dal contratto. Bisognerebbe intraprendere in gruppo una causa civile che contesti a monte le clausole contrattuali che non possono essere chiaramente rispettate (purtroppo te ne accorgi solo dopo che hai firmato nel corso dei 5 anni)!!!!

    • enrico morra

      Te ne accorgi dopo 5 anni ma non darò leggere?

  131. giancarlo

    ragazzi ciao..a me il finaziamento e passato,ma nn so se accettarlo dopo tt quallo che ho letto,volevo solo un informazione e passato il finaziamento solamente cn la mia tessera e il proggetto,nn ho dato nessuna garanzia,ma vivo cn la mia famiglia che hanno 2 appartamenti,forse il finaziamento e passato pke hanno visto quello che ho’??

  132. pisa

    ribelliamoci

  133. And

    Ragazzi oggi Invitalia era in grande splovero al TG1, http://www.invitalia.it/site/new/home/chi-siamo/area-media/notizie-e-comunicati-stampa/imprese-tasso-zero-riattivazione-piattaforma.html, qualcuno ha notizie e o esperienza recenti?

  134. peppe

    Buongiorno, io sono andato alla Confartigianato di Napoli per chiedere informazioni per quanto riguarda il prestito a tasso zero di invitalia,ho parlato con una persona che si occupava proprio di queste cose e mi ha detto solo quello che voleva….praticamente ad un mia domanda diretta: cosa accade se una persona non dovesse pagare il finanziamento o dovesse andar male? e questo mi disse: che invitalia si riprendeva solo i beni fatturati nel prestito….e basta……poi dovete sapere che la confartigianato per compilare e presentare la domanda voleva…500 euro…se fosse stato accettato il prestito era un anticipo del 5% che la confartigianato voleva dalla somma totale del prestito(questi sono peggio degli usurai….)(cioè se io avessi chiesto 30.000 la confartigianato pretendeva 1.500 euro(non penso sia legale….)nel caso non fosse passato il prestito i 500 euro erano volati via……poii fortunatamente ho letto questo forum……e posso dire una cosa: confartigianato di Napoli…..invitalia………ma andate a fc………non richiedete prestiti…..perchè questi sono suiciditi che vivrete essendo vivi……e queste persone non vi aiutano(la confartigianato) ma vi distruggono……..solo medicine…..a quello che voleva fregarmi……..alla facciaccia sua….

  135. peppe

    Buonasera, io sono andato alla Confartigianato di Napoli per chiedere informazioni per quanto riguarda il prestito a tasso zero di invitalia,ho parlato con una persona che si occupava proprio di queste cose e mi ha detto solo quello che voleva….praticamente ad un mia domanda diretta: cosa accade se una persona non dovesse pagare il finanziamento o dovesse andar male? e questo mi disse: che invitalia si riprendeva solo i beni fatturati nel prestito….e basta……poi dovete sapere che la confartigianato per compilare e presentare la domanda voleva…500 euro…se fosse stato accettato il prestito era un anticipo del 5% che la confartigianato voleva dalla somma totale del prestito(questi sono peggio degli usurai….)(cioè se io avessi chiesto 30.000 la confartigianato pretendeva 1.500 euro(non penso sia legale….)nel caso non fosse passato il prestito i 500 euro erano volati via……poii fortunatamente ho letto questo forum……e posso dire una cosa: confartigianato di Napoli…..invitalia………ma andate a fc………non richiedete prestiti…..perchè questi sono suiciditi che vivrete essendo vivi……e queste persone non vi aiutano(la confartigianato) ma vi distruggono……..solo medicine…..a quello che voleva fregarmi……..alla facciaccia sua….

  136. SER

    SALVE,VORREI UN INFO PER UN MIO AMICO.INVITALIA è UN ENTE ,AGENZIA PRIVATA INSOMMA CHE COLLABORA CON LA P.A, OPPURE INVITALIA è DA CONSIDERARSI P.A.?. ,, SAPETE SE CONTROLLANO OBBLIGATORIAMENTE TUTTE LE DICHIARAZIONI SOSTITUITIVE OPPURE LE CONTROLLANO A CAMPIONE?PRIMA DI PRESENTARE LA DOMANDA NON VORREI SBAGLIARE, PERCHè IL BANDO DICE CHE NON SI DEVONO AVERE CONDANNE PENALI ANCHE PER SCIOCCHEZZE PURTROPPO , GRAZIE.

  137. Angela

    Sto seguendo una pratica di invitalia induzione al sovraindebitamento legge 3/2012 può chiedere l’esdebitazione

  138. carlo

    Figa (milanismo), quando te lo dicevo io di non metterti con sviluppo Italia davi in escandescenza e li difendeva a spada tratta .
    Ti ricordi al bar che urlavi “bisogna essere positivi, bisogna essere positivi”.
    E la stessa cosa l’ hai fatta con il movimento a 5 stelle. Ti ricordi sempre al bar ” io credo a Beppe , io credo a Beppe” e poi sei andato a tele nord a infamarli.
    Ma quando impari a vivere? Figa (milanismo) e pensare che volevi vivere come uno di milano .

    • Chissà cosa spinge uno anonimo come te a scrivere un commento come questo…
      Ci conosciamo.? Stupendo.!!
      Figa prendiamoci un caffè insieme allora magari sotto la madunina… passo a prenderti con l’elicottero… 😂😂

  139. Stefano

    La comprendo, ho avuto esperienza simile. Ha fatto poi qualcosa per richiesta di risarcimento? Saluti Stefano

  140. Arianna

    Buongiorno. Mi fa piacere aver trovato uno spazio in cui condividere le nostre storie e scambiarci consigli. Ecco, in brevissimo, la mia storia.
    Ieri ho ricevuto un avviso dalla procura: mi accusano di aver cessato l’attività prima dei 5 anni e di non averlo comunicato subito (art. 316 ter). Avevo un outlet di abbigliamento e da quando mi hanno completamente svaligiato il negozio (a circa 10 mesi dall’apertura) non sono più riuscita ad andare avanti e ho dovuto chiudere dopo pochi mesi, per motivi finanziari (avevo già chiesto prestiti per riassortire più volte la merce e non riuscivo più ad onorarli), sia di gravi problemi di salute: il crollo emotivo è dovuto al fatto che, grazie a un filmato che un commerciante vicino mi ha consegnato a 2 giorni dal furto, ho riconosciuto le persone che lo avevano commesso. Queste stesse persone poco dopo aver fatto un’integrazione alla mia prima denuncia di furto ai Carabinieri, hanno cominciato a perseguitarmi seguendomi e lasciandomi messaggi di minacce. Adesso sono indagata per truffa ai danni dello stato e rischio fino a 6 anni di carcere perchè sono stata costretta a chiudere e perchè l’ho comunicato dopo 4 mesi a Invitalia! C’è qualcuno nella mia stessa situzione o che conosca un avvocato a Roma che si è già occupato di casi del genere? Grazie a tutti. Arianna

    • CARLO

      vedo che questa sviluppo italia ora Invitalia spa ancora oggi stà creando molti problemi, Io sono uno di quelli che ha creduto nello stato visto che di stato stiamo parlamdo, bene è oltre cinque anni che sttendo soluzioni, anche io ammesso alle agevolazioni contratto firmato e procedura acquisto beni completata, anche esaurito i miei risparmi e indebitato causa questa procedura.
      Quando qualcuno interverrà in questa bufala fatta di promesse, sei mesi per completare agevolazioni, vorrei conoscere uno che ha preso i soldi (se li ha presi in sei mesi) peggio ancora promesse fatte a nome di ministeri e enti accredidati dallo stato, e proprio per questo molta gente cade nella trappola.

  141. Miky

    Basta piagnucolare,cacciare il grano che avete preso a certe condizioni,avete fallito ,assumetevi le colpe

    • Pezzodimerda

      Ma perchè non muori figlio di puttana

      • Ciao pezzodimerda.. a cosa devo il tuo augurio.?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: